Scudetto 2006: Giusto o no toglierlo all’Inter?

Scudetto 2006, è giusto o no toglierlo all’Inter? E se sì, andrebbe ridato alla Juventus? Queste le domande che vorremmo sottoporvi, chiedendovi di anticipare il giudizio che dovrà esprimere la Federcalcio nel giro di qualche settimana (si spera!). È stato il motivo del contendere e dello scontro di questi cinque anni tra tifosi bianconeri e nerazzurri.
Ricordiamo i fatti: negli ultimi mesi del campionato 2005-06 scoppiò l’amaro scandalo di Calciopoli. Emersero i primi dettagli, le prime intercettazioni. Moggi dette le dimissioni. La Juventus si frantumò. Ci fu un processo sportivo. Emerse che il campionato precedente (2004 – 05) era stato falsato. Furono inflitte pesanti penalizzazioni alle squadre implicate nello scandalo. Il Commissario straordinario della Figc Guido Rossi decise di sanzionare le società coinvolte stravolgendo la classifica finale della stagione appena conclusa. La Juventus fu retrocessa all’ultimo posto, alla Fiorentina, al Milan e alla Lazio furono tolti 30 punti. L’Inter balzò in testa e le fu assegnato il Campionato. Il 14° della sua storia. Facchetti lo definì “Scudetto della correttezza”. Tutti gli altri “scudetto di cartone”.
Il 10 Maggio scorso la Juventus ha chiesto ufficialmente la revoca di quel titolo. “Con un esposto nel quale si fa esplicito riferimento alle novità emerse nel procedimento penale in corso presso il Tribunale di Napoli che rivelerebbero – sostiene la società – l’esistenza di una fitta rete di contatti tra esponenti della società beneficiata dell’assegnazione a tavolino dello scudetto 2005-2006 (L’Inter) e tesserati del settore arbitrale. Tali contatti rappresentano, secondo i criteri adottati dalla Procura Federale nel giudizio a carico della Juventus, la violazione dei principi di lealtà, probità e correttezza sanciti dall’articolo 1 del Codice di Giustizia sportiva. È convinzione della Juventus, pertanto, – conclude la nota – che venga meno il presupposto della decisione assunta dal commissario straordinario della Federcalcio nel 2006: l’inesistenza cioè di comportamenti poco limpidi addebitabili alla squadra che risultò prima classificata dopo la penalizzazione delle altre.”
In parole povere secondo la Juve quello scudetto della “correttezza”, in virtù delle nuove intercettazioni emerse, non può più essere considerato tale. L’Inter ha sempre dichiarato di essere tranquilla. La Federcalcio ha promesso di dare una risposta definitiva entro il mese di giugno…

Tratto da Notizie del Guerino
Scritto da Francesco Aquino

Speak Your Mind

*