Samp contro il Cagliari di un traballante Zola. In serata Inzaghi all’ultima spiaggia contro il Verona

Inzaghi all'ultima spiaggia contro l'HellasTorna in campo la Serie A. Alle 18, nel primo dei due anticipi della 26^ giornata, la Sampdoria di Mihajlovic cerca i tre punti, al Ferraris, contro il Cagliari di un traballante Zola, per agganciare momentaneamente la Fiorentina quinta con 42 punti, mentre in serata il Milan di Pippo Inzaghi sfida l’Hellas con l’unico imperativo di offrire uno spettacolo migliore rispetto a quello del Bentegodi e di conquistare la posta in palio per rientrare nella zona Europa League.
Crisi profonda per il Cagliari di Zola, che nelle ultime 5 giornate ha rimediato un solo punticino e che, terzultimo con 20 punti, nel pomeriggio sarà impegnato sul difficile campo della Samp, sesta con 39 punti e reduce dalla vittoria per 2 a 1, in rimonta, in casa dell’Atalanta.
Zola a rischio (torna a farsi minacciosa l’ombra dell’ex allenatore dei sardi, Zeman, con tanto di striscioni fuori dal centro sportivo cagliaritano inneggianti al boemo) e Cagliari in emergenza, soprattutto a centrocampo, dove dopo Donsah, Conti e Joao Pedro, si è fermato anche Ekdal (pronto all’esordio Husbauer). In attacco confermato M’Poku alle spalle del duo d’attacco composto da Cop e il giovane Longo.
La Samp perde Botta per squalifica ma ritrova Obiang, Soriano ed Eder, al rientro sempre dallo stop imposto dal Giudice Sportivo. Mihajlovic punta sul tridente composto dal brasiliano, dall’ex Udinese Muriel, autore di un super gol contro l’Atalanta, e dall’ex Everton, Eto’o.

PROBABILI FORMAZIONI
SAMPDORIA (4-3-3): Viviano; De Silvestri, Romagnoli, Silvestre, Regini; Acquah, Palombo, Obiang; Eder, Eto’o, Muriel. All. Mihajlovic.
CAGLIARI (4-3-1-2): Brkic; Gonzalez, Rossettini, Diakitè, Avelar; Dessena, Crisetig, Husbauer; M’Poku; Cop, Longo. All. Zola.

Inzaghi all’ultima spiaggia. O vince contro l’Hellas, questa sera, nel secondo anticipo della 26^ giornata di Serie A, oppure sarà la sua ultima apparizione sulla panchina del club rossonero.
Il pari del Bentegodi contro il Chievo ha deluso i tifosi e il tifoso numero uno, Silvio Berlusconi. Nonostante il terzo risultato utile consecutivo (vittoria con il Cesena e pari con Empoli e Chievo appunto, ndr) le azioni di Inzaghi sono in forte ribasso e dunque diventa fondamentale la sfida di San Siro contro Toni e compagni.
Precedenti positivi contro l’Hellas per il Diavolo che, in Serie A, davanti ai propri tifosi, non ha mai perso contro i veronesi (15 vittorie e 9 pari, ndr) e questa sera si affiderà al tridente CerciDestroMenez per conquistare un altro successo contro l’undici di Mandorlini. In difesa, invece, davanti a Diego Lopez agiranno Bonera e Antonelli sui lati, Paletta e Bocchetti centrali; in mediana invece (infortunati Montolivo e De Jong) spazio ad Essien, Poli e Bonaventura.
Toni-Jankovic-Juanito Gomez, con questo tridente Mandorlini cercherà di esorcizzare il Diavolo. Allarme rientrato per Moras, che sarà regolarmente in campo, e Ionita, il quale invece partirà dalla panchina. A centrocampo, invece, Halffredsson come sempre in cabina di regia, con Tachtsidis e Obbadi ai lati.

PROBABILI FORMAZIONI
MILAN (4-3-3): Diego Lopez; Bonera, Paletta, Bocchetti, Antonelli; Poli, Essien, Bonaventura; Cerci, Destro, Menez. All.: Inzaghi.
HELLAS VERONA (4-3-3): Benussi; E. Pisano, Marquez, Moras, Agostini; Sala, Tachtsidis, Hallfredsson; Gomez, Toni, Jankovic. All.: Mandorlini.

Speak Your Mind

*