Salah letale, Fiorentina corsara in casa Inter dopo 15 anni. Il Toro incorna il Napoli

Salah rompe il taboo San SiroBrutta e improvvisa frenata in Serie A dell’Inter di Mancini che, dopo 3 vittorie consecutive, lascia la posta in palio alla Fiorentina di Montella e resta fermo a 35 punti. I viola, invece, dopo 15 anni di digiuno, tornano a violare il tempio milanese, battono l’Inter, grazie alla firma dell’uomo del momento, l’egiziano Salah, e si portano a 42 punti in classifica (ad una sola lunghezza dalla Lazio quarta e a 3 dal Napoli terzo).
Primo tempo equilibrato, a San Siro, con Diamanti che mette paura ad Handanovic, e Guarin che tenta di ripetere la prodezza messa a segno contro il Celtic ma questa volta la palla sbatte sfortunatamente contro il palo.
Nella ripresa la Viola passa grazie al neoentrato Salah: cross teso di Pasqual, Handanovic smanaccia e l’ex Chelsea insacca. I nerazzurri ci provano con una grande azione palla al piede: Brozovic appoggia a Guarin che innesca Shaqiri, palla a rimorchio per Icardi, ma l’argentino manda clamorosamente alto. Neto fa buona guardia su Vidic e Palacio, poi alla fine si supera sul colpo di testa del “Trenza“. Vince la Fiorentina, Inter ko.
All’Olimpico di Torino, invece, i granata di Ventura mandano ko il Napoli di Benitez con il gol di un monumentale Glik. Il Napoli fa da spettatore per un tempo, poi nella ripresa l’ingresso di Gabbiadini rianima gli azzurri che ci provano, inizialmente con Higuain. L’acuto, però, è di Glik che, sul corner di Farnerud, trova la torsione giusta per trafiggere Andujar.
Gabbiadini, sempre lui, da calcio piazzato, colpisce la base del palo, poi è Bovo, sempre su punizione, a impegnare severamente Andujar. Finisce 1 a 0 per il Toro, che aggancia a 36 il Genoa (il quale non ha giocato contro il Parma, ndr) mentre il Napoli resta fermo a 45, a -3 dalla Roma impegnata stasera contro la Juventus.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

18total visits,1visits today

Speak Your Mind

*