Roma strapazzata a Bergamo. Espulsi Osvaldo e Cassetti, De Rossi “non pronto” va in tribuna

Denis, con una tripletta, regala all'Atalanta il successo sulla RomaA Bergamo la Roma, orfana del proprio capitano Francesco Totti, out per squalifica, e poco prima della partita anche di “Capitan Futuro” Daniele De Rossi, messo in castigo in tribuna da Luis Enrique (“non l’ho visto pronto per la partita“, questa la motivazione data dall’asturiano nel dopogara) cade rovinosamente contro la bellissima Atalanta di Colantuono, vittoriosa per 4 a 1.
Un successo meritato per i lombardi, vivaci e pungenti fin dall’inizio, con ripartenze micidiali per la difesa giallorossa. Mattatore dell’incontro il Tanque argentino, German Denis, autore di una tripletta (15 totali in stagione) dopo 700 e passa minuti di astinenza.
Nervosi, e rimaneggiati, i giallorossi iniziano la partita con un centrocampo tutto inedito: Gago centrale davanti alla difesa con Marquinho intermedio a sinistra e Pjanic spostato sulla destra. Colantuono, invece, schiera la miglior Atalanta a disposizione, con Marilungo a far coppia in avanti con “El Tanque” Denis, bomber della squadra, e con Moralez e Carrozza larghi sulle fasce.
La partita inizia subito con l’Atalanta in avanti e dopo appena tre minuti Marilungo calcia a rete con la palla che impatta sul palo dopo la deviazione di Stekelenburg: questa è solo la prova generale per il primo gol atalantino che arriva al nono grazie ad un destro del giovane attaccante marchigiano fuggito a metà campo all’imbarazzante difesa romanista e presentatosi a tu per tu davanti al portierone olandese.
L’Atalanta è padrona del campo e aspetta i giallorossi per colpirli poi in contropiede: al 19’ Denis raddoppia al temine di una ripartenza scaturita dalla propria trequarti. La Roma prova una timida reazione e al 35’ Borini, il più grintoso e determinato dei suoi, è lesto a deviare in area un tiro di Osvaldo trafiggendo Consigli e accorciando le distanze.
Nella ripresa, però, arriva il tracollo degli uomini di Luis Enrique: dopo appena due minuti Denis segna il suo secondo gol di giornata e al ventesimo sigla la sua tripletta perforando una difesa romanista davvero in bambola.
A completare la disastrosa trasferta bergamasca dei giallorossi, ci pensano Osvaldo e Cassetti, espulsi nel secondo tempo e quindi out per la prossima sfida, il derby di sabato prossimo con la Lazio: il primo rifila un calcetto a palla lontana a Cigarini, che viene solamente ammonito per un altro calcetto di reazione (due pesi e due misure?), il secondo protesta con il primo assistente di Damato, che gli riferisce tutto via auricolare e da l’input per il rosso diretto. Insomma, male nel punteggio e nell’atteggiamento, la Roma si prepara malissimo in vista del derby (Mauro Giorgini)

Speak Your Mind

*