Roma padrona del derby, Fiorentina all’ultimo respiro contro il Palermo

Strootman e Nainggolan, gioia Roma al derbyIl derby della capitale, in Serie A, si è tinto, ancora una volta, di giallorosso. E’ la Roma di Spalletti ad aggiudicarsi l’importante big match della 15^ giornata, a confermarsi vincente ndelle stracittadine da 1288 giorni a questa parte e grazie alle reti di Strootman e Nainggolan manda ko la Lazio d’Inzaghi. In serata successo in extremis della Fiorentina che, dopo 77 giorni d’astinenza, ritrova la vittoria, contro un buon Palermo targato Corini (prima sulla panchina rosanero per l’ex Chievo, ndr), grazie all’inzuccata vincente di Babacar al 93′.
Dopo un primo tempo equilibrato nel quale sicuramente aveva mostrato più cose la Lazio (anche se i giallorossi recriminano per un rigore su Peres dapprima concesso e poi trasformato salomonicamente in punizione dal limite, ndr), nella ripresa la Roma sfrutta i regali di natale anticipati dei “cugini” e si porta via i tre punti in palio vincendo la 181^ stracittadina capitolina.
Strootman sfrutta un clamoroso errore in disimpegno di Wallace e con un delizioso pallonetto batte Marchetti andando poi a festeggiare e a scatenare una rissa (acqua in faccia a Cataldi che protestava a bordo campo. Questo per reazione lo prende per il colletto, alle spalle: ne nasce un capannello risolto da Banti con il rosso al laziale e il giallo all’olandese).
La Lazio perde le staffe e non riesce più a giocare in maniera equilibrata, mentre una Roma calma, concentrata e cinica la punisce con la rete del ko. Nainggolan, poco dopo la mezz’ora, giustizia gli aquilotti: bolide dai 25 metri e Marchetti è battuto ancora una volta. Vince il paziente Spalletti, ma anche la rabbia di Strootman e Nainggolan, trascinatori del gruppo giallorosso insieme a capitan De Rossi. Roma a 32, insieme al Milan, prossimo avversario all’Olimpico, amarezza (e brutte frasi di Lulic nei confronti di Rudiger, sulle quali stendiamo un velo pietoso, ndr) per la Lazio che resta a 28.
Nella domenica che la Roma vince il derby, in Serie A assistiamo anche alla vittoria della Samp che con un secco 2 a 0 manda al tappeto il Toro di Mihajlovic a una settimana dal derby della Mole. Barreto e Schick regalano una settimana tormentata ai granata.
Vittoria anche per il Sassuolo che con il 3 a 0 finale inguaia sempre di più l’Empoli. Skorupski atterra Ragusa, è calcio di rigore trasformato da Pellegrini. Il raddoppio arriva con un altro rigore, questa volta tramutato in gol, impeccabilmente, da Ricci. L’Empoli colpisce un palo clamoroso, con Krunic, nella chance che poteva riaprire il match, chiuso invece definitivamente da Ragusa, autore del 3 a 0 finale.
Pari tra Pescara e Cagliari (Borriello per i sardi che poi restano in dieci e subiscono la beffa di Caprari al 92′), e pari che invece svanisce al 93′ al Franchi. Sembrava fatta (e anche meritatamente) per Corini, per un prezioso punto a Firenze nella sua prima sulla panchina rosanero, ma invece ci pensa Babacar, di testa, a beffare i siciliani e a regalare alla Viola, dopo più di due mesi, la vittoria in campionato. Finisce 2 a 1, dopo il botta e risposta tra Bernardeschi su rigore e Jajalo su punizione.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*