Roma bella ma sciupona. Ronaldo e Jesè lanciano il Real verso i quarti

Ronaldo brucia la Roma in ChampionsNell’andata degli ottavi di Champions una Roma bella ma sciupona cade contro un Real cinico che sfrutta con Ronaldo e Jesé le poche disattenzioni difensive dei capitolini per realizzare le reti del successo. Finisce 2 a 0 per i blancos di Zidane (esordio vincente in Europa da allenatore, ndr), che archiviano il discorso qualificazione, mentre i giallorossi, applauditi dall’Olimpico per la prestazione, possono rammaricarsi per le occasioni avute e non capitalizzate e per gli errori del fischietto ceco Kralovec che non concede almeno un calcio di rigore al team di Luciano Spalletti.
Grande equilibrio nel primo tempo, con la Roma, concentratissima, che concede pochissimo al Real di Zidane. Il primo squillo della gara è per i padroni di casa con El Shaarawy che, servito da Perotti, non inquadra lo specchio.
Benzema ci prova di testa ma non inquadra lo specchio, poi al 34′ Cristiano Ronaldo serve con il cucchiaio la sfera a Marcelo che, al volo di sinistro, vede sfilare la palla sul fondo di un niente, a Szczesny battuto.
Nel finale ancora una fiammata della Roma, e sempre con El Shaarawy, stoppato al momento della conclusione da Varane, tra i migliori nei blancos insieme a Ramos. A fine primo tempo è 0 a 0, risultato giusto per quanto visto sul terreno di gioco.
Si riparte, sempre con la Roma combattiva e intensa del primo tempo. E al 55′ grandi proteste da parte dei giallorossi per la mancata assegnazione di un calcio di rigore. Lancio di Florenzi per El Shaarawy che aggancia il pallone, va verso la porta, ma Navas in uscita lo tocca con il piede di richiamo (l’egiziano anticipa di un soffio il portiere del Real e poi subisce la scorrettezza). Per l’arbitro non è penalty, dalle immagini è evidente l’errore di Kralovec.
Da quell’episodio al vantaggio del Real è un attimo. Roma scoperta sulla sinistra, Ronaldo prende il tempo a Florenzi, rientra sul destro con un tacco che sorprende l’esterno giallorosso, e poi trafigge Szczesny per l’1 a 0 dei blancos.
La Roma accusa il colpo della rete subita ma poi reagisce e al 66′ si rende pericolosa con Salah, prima di sfiorare il pari con una staffilata dalla distanza, al 72′, del francese Vainqueur, sulla sponda di Dzeko. La palla sfila di pochissimo alla sinistradi Navas.
Secondo episodio dubbio al minuto 82. Florenzi viene abbattuto in area dall’intervento di Carvajal, ma per Kralovec è tutto regolare. Grandi proteste ma l’arbitro non è d’accordo.
Poco dopo, la beffa per i giallorossi. Giocata individuale di Jesè Rodriguez che prende in velocità la difesa avversaria e con un diagonale sorprende Szczesny. Il Real chiude i giochi in vista della sfida dell’8 Marzo al Bernabeu. Tanti applausi per la Roma, ma la qualificazione ai quarti di Champions è ora un miraggio.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

10total visits,1visits today

Speak Your Mind

*