Risultati: Schalke-Manchester United 0-2. Giggs-Rooney ipoteca sulla finale

Prova di forza del Manchester United che passa con un 2 a 0 “all’inglese” (firmato GiggsRooney) sul campo dello Schalke, nell’andata delle semifinali di Champions, e prenota un posto per la finale di Wembley del 28 maggio prossimo. Risultato mai in discussione, evidente la superiorità della corazzata di Ferguson che ha sfiorato più volte la rete (decisive le parate dell’eccellente Neuer, ) prima di trovarla, per ben due volte, negli ultimi venti minuti.
Dapprima Giggs, bandiera dei Red Devils e recordman di presenze con il team inglese , brucia il portiere tedesco sull’invito sontuoso di Rooney, poi è lo stesso ragazzo di Liverpool (che sembra davvero rinato dopo le difficoltà di alcuni mesi fa) a chiudere i giochi con un rasoterra secco e preciso sul passaggio delizioso del “ChicharitoHernandez.
I tedeschi, irriconoscibili rispetto alla squadra ammirata nel doppio confronto dei quarti con l’Inter e colpiti da questi due schiaffoni, non riescono a reagire e si arrendono al verdetto del campo. Ha vinto la squadra più forte, che già pregusta la terza finale Champions negli ultimi quattro anni; per l’undici di Rangnick l’avventura, comunque memorabile, nell’Europa calcistica, sta per terminare a meno di epiche rimonte all’Old Trafford tra qualche giorno.
Per vedere la difesa dei tedeschi punita, bisogna aspettare il minuto 67 (dopo un primo tempo comunque condotto con autorità dagli inglesi), quando Rooney serve Giggs, che fa passare il pallone sotto le gambe di Neuer, uscito alla disperata sul gallese. Al 69′ Hernandez si libera di Metzelder e serve Rooney, che sigla lo 0-2, chiudendo il match. Un uno-due devastante, che affossa qualsiasi reazione della compagine di Gelsenkirchen.
Il risultato della prima semifinale di Champions sorride dunque al team di “highlander” Ferguson che, nel retour match non avrà grandi difficoltà ad amministrare la situazione. Raul (che ieri sera non si è visto per niente) e compagni sono chiamati ad una rimonta impossibile, in terra inglese. Ci proveranno lo stesso, consapevoli del fatto che non hanno nulla da perdere.
Ultime battute ancora per Alex Ferguson che si conferma un vero e proprio eroe del calcio inglese oltre che del Manchester United, team che guida alla grande da più di vent’anni. Per lui sarebbe la quarta finale di Champions League, dopo quelle del 1999, del 2008 e del 2009. Complimenti davvero “Sir” Alex.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*