Risultati: Milan ad un passo dal 18° scudetto. Roma viva con Rosi e Totti supera Baggio

Milan ad un passo dallo scudetto in Serie A. Ad un punto dal 18° trionfo italiano della sua storia. Questo grazie ad un campionato straordinario e, nell’immediato, al goal di Flamini col Bologna, rete che stende i felsinei e scuce sempre più il tricolore dalle maglie dei cugini.
Ma ieri, nell’avvincente giornata di campionato, e in attesa delle emozioni che arriveranno questa sera da Lazio-Juventus, incrocio europeo di grande fascino e importanza, è successo molto altro. per esempio è stata sostanzialmente decretata la salvezza di Chievo e Catania, che si sono sbarazzate di Lecce, sempre più inguaiato, e del Cagliari, invece salvo e privo di particolari stimoli.
Nel primo caso è stata la firma di Rigoni a rendere sempre più difficile la salvezza in casa dei salentini, mentre nella sfida del Massimino, nonostante l’uomo in meno (espulso Alvarez), i rossocelesti di Simeone sono riusciti a piegare la resistenza isolana grazie alle reti di Silvestre e del “Toro” Bergessio. Una vittoria, questa, che potrebbe davvero significare salvezza.
La doppietta di Caracciolo, e il timbro brasiliano di Eder non bastano, invece, al Brescia per domare una Samp che con l’ultimo sforzo recupera il risultato grazie ad un bresciano doc, Mannini, il quale trafigge Arcari e tiene vive le speranze di salvezza dei blucerchiati, attesa però la prossima domenica da un derby con il Genoa sicuramente da brividi. Le rondinelle, invece, guidate dal proprio Airone, tornano a Brescia con un solo punticino e tanto rammarico.
Passando al discorso europeo, quindi alla lotta per i posti in Europa League e in Champions, mentre nel pomeriggio di ieri l’Udinese è franata al Franchi sotto i colpi di Cerci e di una Viola scatenata, la Roma è riuscita, con grande sofferenza a piegare il Bari in serata con il risultato di 3 a 2 e ad agganciare proprio i bianconeri al quinto posto, avvicinandosi momentaneamente alla Lazio, a -1.
Una direzione arbitrale incerta (quella del campano Russo), tre rigori concessi (due trasformati, più il palo di Totti) e non tutti evidenti (come quello originato dal braccio di Juan), tre espulsioni (giuste quelle di Glik e De Rossi, esagerata quella di Perrotta) e cinque reti (doppietta di Totti per la Roma, Huseklepp e Bentivoglio per i galletti, poi sigillo finale fortunoso sempre dei giallorossi con Rosi al 95′) hanno regalato emozioni incredibili a tutti i calciofili che hanno assistito a Bari-Roma.
L’ha spuntata la squadra di Montella, brutta nel primo tempo, più viva e decisa nella ripresa, ed è stata la serata chic di Francesco Totti che, con la doppietta di ieri ha superato Roberto Baggio nella speciale classifica dei marcatori e si è portato con i suoi 206 goals al quinto posto nella storia della Serie A. Chapeau per il capitano giallorosso incoronato dalla Fifa come “moderno re del gol“.
Chiusura per LazioJuventus, in campo alle 20 e 45 nel posticipo di Serie A. Tre punti servono ai biancocelesti per confermarsi quarta forza del campionato, altrettanti sono necessari alla Signora per rimettere in discussione tutto in ottica Champions oltre che per blindare l’Europa League. E tutto questo con Udinese e Roma particolarmente interessate.

I risultati, con relativi marcatori, della 35.a giornata di Serie A:
CATANIA – CAGLIARI 2-0 78′ Silvestre (Cat), 82′ Bergessio (Cat)
CHIEVO – LECCE 1-0 58′ Rigoni (C)
FIORENTINA – UDINESE 5-2 9′ Vargas (F), 22′ D’Agostino (F), 29′ Pinzi (U), 51′ D’Agostino (F), 58′ Asamoah (U), 71′ Cerci (F), 87′ Cerci (F)
MILAN – BOLOGNA 1-0 8′ Flamini (M)
PARMA – PALERMO 3-1 2′ Dzemaili (Par), 18′ Modesto (Par), 56′ Pastore (Pal), 89′ Candreva (Par)
SAMPDORIA – BRESCIA 3-3 50′ Eder (B), 55′ Pozzi (S), 58′ Caracciolo (B); 63′ Tissone (S), 84′ Caracciolo (B), 91′ Mannini (S)
BARI – ROMA (25′ rig. Bentivoglio (B), 30′ Totti (R). 42′ Huseklepp (B), 12′ st rig. Totti (R), 50′ st Rosi (R))
LAZIO – JUVENTUS (domani alle 20.45)

CLASSIFICA: Milan 77; Inter 69; Napoli 68; Lazio 60*; Udinese 59; Roma 59; Juventus 53*; Palermo 50; Fiorentina 49; Genoa 45; Cagliari 44; Chievo 42; Parma 41; Bologna, Catania 40; Cesena 37; Sampdoria 36; Lecce 35; Brescia 31; Bari 21.

Speak Your Mind

*