Risultati: L’Inter rallenta la corsa e la Lazio allunga. Stasera Napoli-Milan

La Samp si conferma bestia nera dell’Inter e costringe sul pari i nerazzurri, sfiorando addirittura l’impresa nel tempio milanese di San Siro. Finisce 1 a 1 nel posticipo domenicale dell’ottava giornata di Serie A, un risultato che soddisfa i blucerchiati e soprattutto la Lazio la quale batte, nonostante la sofferenza nel finale di gara, il Cagliari per 2 a 1 e allunga in classifica, a più 4 proprio sull’undici di Benitez.
In vantaggio con l’ex romanista Guberti (su assist di Cassano, il quale sottrae la palla a Chivu con un probabile fallo non ravvisato dal guardalinee), la formazione blucerchiata perde Curci per un infortunio al polpaccio (al suo posto il brasiliano ex Ancona, Da Costa) e pochi secondi dopo l’ingresso del dodicesimo, subisce il pari nerazzurro, firmato dal solito Eto’o, che sfrutta alla perfezione l’assist di uno scatenato Coutinho, tra i migliori nelle file dell’Inter. Buona la reazione della squadra milanese, costretta però a rallentare la corsa all’Aquila capitolina.
Aquila che continua a volare, senza conoscere ostacoli. Lo sa bene il Cagliari che, nonostante il forcing finale, non riesce a trovare il due a due, ed è costretto ad arrendersi alla forza della compagine biancoceleste, vittoriosa con il risultato di 2 a 1.
I biancocelesti accelerano e passano in vantaggio con Floccari. Punizione di Hernanes dai venti metri, ribattuta dalla barriera rossoblu, il brasiliano prova ancora la conclusione che filtra e sbatte corpo di Mauri, che serve involontariamente Floccari, bravo a calciare col piattone di prima intenzione. Conclusione secca e palla nell’angolino, nulla da fare per Agazzi.
La Lazio si galvanizza e trova anche il raddoppio. In evidenza ancora la premiata ditta MauriFloccari, anche se questa volta a parti invertite: il centrocampista chiede il triangolo dopo un’azione strepitosa e poi va a chiudere in porta con un rimpallo fortunoso, sul quale non può nulla il portiere della formazione sarda.
A questo punto si sveglia il Cagliari, ma a far rientrare in partita gli isolani ci pensa il laziale Radu. Sconsiderato passaggio del terzino che mette in moto Cossu, assist per Matri e colpo di testa imparabile del bomber sardo, implacabile quando vede biancoceleste. Poco dopo, ancora Matri ha l’occasione del pari ma la deviazione di testa finisce questa volta alta. Nel finale, ancora un brivido, sugli sviluppi di un corner per il Cagliari. Pinardi stoppa la sfera nell’area piccola, si gira ma spedisce clamorosamente fuori. Vince la Lazio, e la cavalcata prosegue, a due settimane dal derby.
Per quanto riguarda gli altri risultati in Serie A, mentre il biancoceleste va di moda, sembra passato il giallorosso, quello di una Roma incolore al Tardini contro il modesto Parma di Marino. Tanti passaggi sbagliati, poco gioco, e una confusione tattica che sembra non avere soluzione, con Francesco Totti che rimane negli spogliatoi a fine primo tempo, sostituito da Simplicio (cambio che non produce gli effetti sperati). Finisce zero a zero, un punto che non regala gioia nè al Parma (a secco di vittorie da sei turni), nè alla squadra giallorossoa, sebbene sia il primo punto esterno stagionale dopo cinque ko.
0 a 0 anche al Dall’Ara, tra il Bologna di Malesani e la Juventus di Delneri. Gara non esaltante, poche le occasioni costruite dalle due formazioni, le difese hanno prevalso nettamente sugli attacchi. Una, clamorosa, la crea Krasic che, furbescamente, si “tuffa” in area, simulando un contrasto con Portanova, ed inganna l’arbitro che concede il penalty ai bianconeri. Dal dischetto, dopo le tumultuose ma vane proteste dei felsinei, va Iaquinta che mette tutti d’accordo, calciando malamente e permettendo a Viviano la respinta. Per il serbo in arrivo una squalifica da casa Palazzi.
Stasera occasionissima per il Milan. I rossoneri, falcidiati dalle assenze (Thiago Silva, Ronaldinho etc…) di scena a Napoli, hanno l’occasione di balzare al secondo posto solitario, a quota 17, continuando così la rincorsa alla Lazio di Reja. Ma occhio a Cavani

Ecco tutti i risultati, e relativi marcatori, dell’ottava giornata di Serie A:
Fiorentina – Bari 2-1 (giocata ieri)
34′ Donadel (F), 82′ Gilardino (F), 91′ Parisi (B)
Parma – Roma 0-0 (ore 12 e 30)
Bologna – Juventus 0-0
Chievo – Cesena 2-1
31′ Cesar (Ch), 44′ aut Guana (Ch), 90′ Thereau (C)
Genoa – Catania 1-0
68′ Rossi
Inter – Sampdoria 1-1
62′ Guberti, 80′ Eto’o
Lazio – Cagliari 2-1
22′ Floccari, 55′ Mauri (L), 61′ Matri (C)
Lecce – Brescia 2-1
19′ Caracciolo (B), 54′ Ofere, 61′ Di Michele (L)
Udinese – Palermo 2-1
9′ Benatia, 54′ rig Di Natale (U), 83′ Pinilla (P)
Napoli – Milan (stasera ore 20:45)

Speak Your Mind

*