Risultati: La Juve cala il poker, Del Piero come Boniperti. Pastore illumina il Barbera

Dopo aver assistito alle vittorie casalinghe di Milan e Roma, rispettivamente su Chievo e Genoa, negli anticipi, la domenica in Serie A è stata, come al solito, spumeggiante e ricca di goals. A partire da pranzo, con l’Inter che espugna, di misura, il Sant’Elia e si porta al secondo posto, a braccetto con i cugini del Milan.
I vergognosi cori razzisti che, come spesso (purtroppo) accade, hanno macchiato la sfida disputatasi nello stadio isolano, e che hanno preso di mira il camerunese Samuel Eto’o, hanno fermato la gara per qualche minuto ma non lo spettacolare bomber africano, ancora una volta decisivo nell’economia della squadra di Benitez. E’ sempre lui, con il sesto centro in Serie A (che vale il primato in classifica marcatori insieme all’azzurro Cavani), a rispondere sul campo a questi pseudotifosi e a regalare la posta in palio ai nerazzurri. Ma grande protagonista del match è  stato anche il portierone dell’Inter, Julio Cesar. Il numero uno della nazionale verdeoro si rende protagonista di alcuni interventi di grande spessore, che hanno contribuito all’esito positivo della trasferta nerazzurra.
Passando alle gare pomeridiane, della domenica in Serie A, sono due i risultati che balzano subito agli occhi. Da una parte il poker della Juve, ai danni del Lecce, iniziato con il primo timbro in bianconero dell’ex giallorosso Aquilani (rasoiata da fuori area), proseguito con il “cucchiaino” su rigore di un ritrovato Felipe Melo e il colpo di testa in tuffo, vincente, di Quagliarella (su assist di uno scatenato Krasic), e terminato con il punto finale di Del Piero che, a 36 anni, mostra ancora una volta la sua classe immacolata e col sinistro realizza il 178° goal in bianconero, che gli consente di agganciare il mitico Boniperti tra i bomber di tutti i tempi della Juventus.
Dall’altra parte, ancora in evidenza, con la sua classe cristallina, uno che sarà protagonista tutto l’anno in Serie A, ovvero il “Flaco“, Javier Pastore, fantastico trequartista argentino, autore ancora una volta di un goal di rara bellezza (destro d’incontro da 30 metri, palla sotto l’incrocio dei pali) e di giocate deliziose per i compagni. Le altre reti portano le firme di Ilicic (quarto goal per questo sloveno dal mancino micidiale e dal fisico da corazziere) e Bacinovic, i due sloveni prelevati qualche mese fa dal Maribor, e del cileno Pinilla, altro giocatore che può fare la differenza in questo torneo. Di Vaio salva l’onore per i felsinei, siglando il quinto centro in campionato, che gli vale il secondo posto tra i marcatori, ad una lunghezza soltanto dalla coppia Eto’o-Cavani.
Il Napoli, invece, rallenta la corsa. A Catania, ci vuole un grande De Sanctis, autore di parate pazzesche (su Mascara e compagni), per evitare il crollo, poi Cavani, con la solita zampata sottoporta, fa sognare i partenopei. Ma gli etnei, indomabili, non ci stanno e rimediano, conquistando un meritato punto con Alejandro Gomez. Per “El Papu” (il “bimbo”), trequartista prelevato dal San Lorenzo ed ennesima scoperta argentina di Lo Monaco, è la prima firma, importante, nel campionato di Serie A.
Poi, nel posticipo, arriva il colpo della Lazio, che continua a volare, riaffermando la propia leadership in campionato. I biancocelesti espugnano Bari grazie al risultato di 2 a 0, a firma di Hernanes e Floccari, e si riappropriano del primo posto, mantenendo due punti di vantaggio su Inter e Milan, ben 4 sul Napoli terzo.
Ecco tutti i risultati, e relativi marcatori, della settima giornata di Serie A:
Sabato 16 ottobre 2010
ore 18
MILAN-CHIEVO 3-1: 18′ e 30′ Pato (M), 70′ Pellissier (C), 93′ Robinho (M)

Sabato 16 ottobre 2010 ore 20.45
ROMA-GENOA 2-1: 34’pt Borriello (R), 8’st Brighi (R), 25’st Rudolf (G)

Domenica 17 ottobre 2010 ore 12.30
CAGLIARI-INTER 0-1
: 39’pt Eto’o

Domenica 17 ottobre 2010 ore 15
BRESCIA-UDINESE 0-1: 35’st Corradi (U)
CATANIA-NAPOLI 1-1: 39’pt Cavani (N), 24’st Gomez (C)
CESENA-PARMA 1-1: 17′ Bogdani (C), 28’pt Zaccardo (P).
JUVENTUS-LECCE 4-0: 16’pt Aquilani, 34’pt Felipe Melo su rig., 44’pt Quagliarella, 40’st Del Piero (J)
PALERMO-BOLOGNA 4-1: 18’pt Pastore, 24’pt Ilicic, 2’st Pinilla (P), 20’st Di Vaio (B), 38’st Bacinovic (P)
SAMPDORIA-FIORENTINA 2-1: 5’pt Marchionni (F), 35’st Ziegler, 36’st Cassano (S).

Domenica 17 ottobre 2010 ore 20.45
BARI-LAZIO 0-2:
8’st Hernanes, 17’st Floccari

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

12total visits,1visits today

Speak Your Mind

*