Risultati: Inarrestabile Milan. Ibra-Dinho, rossoneri agli ottavi.


Quando in squadra hai un fuoriclasse come Zlatan Ibrahimovic tutto diventa più facile e anche un match insidioso si trasforma in una pratica agevole.
Lo sa bene Allegri che si gode questo immenso patrimonio calcistico, arrivato da Barcellona e già nel cuore dei tifosi per la grande voglia e applicazione messa nel progetto Milan. Il gigante di Malmoe risulta, ancora una volta, determinante nel risultato di 2 a 0 rifilato dal club di Via Turati all’Auxerre di Fernandez, in terra francese. Di Ronaldinho, altro professionista serio ed esemplare (ha fatto panchina, ha sostenuto i compagni, poi è entrato, anche se per pochi minuti, mostrando la sua grande classe e incidendo nel risultato finale), la rete che ha chiuso il match. Il successo, conseguito con grande autorità all’Abbé Deschamps, apre inoltre le porte degli ottavi di Champions al team rossonero con una giornata d’anticipo.
Il Diavolo è inarrestabile. Primo con merito in Serie A, si gode ora il passaggio del turno (come seconda forza, dietro il Real). Tutto merito dell’ennesima perla di Ibrahimovic, autore di una prestazione eccezionale non solo per la rete dell’uno a zero, ma anche per il grande lavoro che compie in attacco, mettendosi a disposizione dei compagni con uno spirito di sacrificio che mai ha avuto nelle precedenti esperienze professionali (ci riferiamo, soprattutto, agli anni passati al Barcellona e all’Inter, ndr).
Ma, oltre alla bravura del singolo, e ci mettiamo anche quella del brasiliano Ronaldinho, ultimamente relegato in panchina dal coach Allegri, ma sempre autore di giocate d’alto livello, è impressionante la solidità e la compattezza di questo Milan che si sbarazza dei francesi dell’Auxerre e vola con grande merito alla fase successiva della Champions League.
Nonostante le assenze di Pirlo e Pato, il Milan sfiora subito il gol. Al 7′, Zambrotta alza la sfera per Ibra che fa da sponda per Robinho, il cui tiro, però, risulta alto. Buona l’iniziativa dei rossoneri che, poco dopo, sfiorano ancora il gol con Seedorf e Gattuso.
Ma le reti arrivano nella ripresa. Al 64′ ancora l’ex City, Robinho, accelera sulla fascia, un difensore avversario interviene per arrestarne la corsa, ma regala involontariamente la palla del vantaggio ad Ibrahimovic che si avventa come un falco sulla sfera e la scaraventa in rete con un gran destro. Nulla da fare per Sorin, impietrito dalla conclusione potente del campione svedese.
Poi, all’84’ il Milan mette in ghiaccio il risultato. Entra Ronaldinho per uno stanco Ibra. Mossa fortunata visto che Dinho, in contropiede, con una conclusione mancina porta il Milan agli ottavi. Come a dire, ci sono anche io in questo Milan stellare e vincente.

IL TABELLINO:
AUXERRE-MILAN 0-2

AUXERRE: Sorin; Hengbart (59′ Chafni), Coulibaly, Grichting, Dudka; Oliech, Pedretti, Ndinga, Birsa; Contout; Sammaritano (66′ Quercia). All. Fernandez.
MILAN: Abbiati; Abate, Nesta, Thiago Silva, Zambrotta; Gattuso (90′ Strasser), Ambrosini, Flamini; Seedorf (75′ Boateng); Ibrahimovic (85′ Ronaldinho), Robinho. All. Allegri.
ARBITRO: Skomina (Slovenia).
MARCATORI: 64′ Ibrahimovic, 90′ Ronaldinho (M).

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*