Rimonta dei Red Devils sul City, il Community Shield è del Manchester United

Con una strepitosa rimonta, effettuata nella seconda parte di match, il Manchester United di Sir Alex Ferguson supera con il risultato di 3 a 2 i cugini del City e si aggiudica il primo trofeo inglese della stagione, il Community Shield. Emozioni a non finire a Wembley, alla fine la spuntano i Red Devils che, con uno scatenato Nani, rendono vano il doppio vantaggio del primo tempo, dei ragazzi di Mancini, firmato da Lescott e Dzeko, e mettono in bacheca il primo trofeo stagionale.
Dopo un buon inizio dei “Red Devils”, sono i “citizens” (con il neoacquisto Aguero in panchina) a fare la voce grossa, e a trovare il vantaggio al 38′: Silva serve in mezzo per Lescott, che svetta di testa e batte De Gea, il nuovo numero uno dei rossi di Ferguson, dopo l’addio al calcio di Van Der Sar.
Lo United barcolla e, in chiusura di primo tempo, cade di nuovo. Bordata, dalla distanza, del bomber slovacco Dzeko, De Gea è impreparato e non può evitare che la sfera finisce in fondo al sacco. All’intervallo, City sul 2 a 0, per i “rossi” è notta fonda.
Ma, quando tutto sembrava ormai chiuso, la luce torna a illuminare la serata dei Red Devils, squadra mai doma. Così Lescott, protagonista nei primi 45 minuti con la rete dell’1 a 0, si perde nel cuore della difesa Smalling che, in spaccata, sigla il goal che rianima definitivamente le speranze di rimonta dell’undici di Ferguson.
Al 58′, infatti, inizia lo show del portoghese Nani che scambia di prima, in velocità, con Rooney e poi supera l’estremo difensore del City, Hart, siglando il goal del 2 a 2. Una rimonta da Red Devils.
Ma non è finita qui. Infatti, al 94′, in pieno recupero, ancora Nani reagala il tripudio londinese di Wembley a Ferguson e alla dirigenza del Manchester United. Punizione battuta dal City, Kompany perde malamente palla a centrocampo e regala il via libera al velocissimo Nani che entra in area e, con grande abilità, salta il portiere e depositain rete facendo esplodere la torcida dei Red Devils. Una beffa atroce per la banda del “Mancio”, mentre per lo United arriva l’ennesima gioia, l’ennesimo alloro da mettere in bacheca.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*