Ranieri, per far tornare l’Inter ad esser squadra

Claudio Ranieri è il nuovo allenatore dell’Inter.
L’allenatore romano è approdato a Milano, per una nuova avventura professionale ed umana. Ranieri fa venire in mente pensieri: il popolo interista si augura che siano ora finalmente buoni e sereni, dopo gli incubi degli ottanta giorni gasperiniani.
Claudio sembra un imperatore romano che, arriva a Milano per un impegno di pace: riportarla in seno ad una squadra tra tante guerre e congiure. La sua missione fu decisiva a Parma quando riportò a vivere dei giocatori paralizzati, stagione 2007. Poi ci fu l’esperienza juventina: due terzi posti consecutivi ed il merito di aver riportato i colori bianconeri nell’Europa della Champions.
Madama fu un po’ ingrata con lui ma, nella sua Roma sfirò il titolo con 80 punti ed un secondo posto monstre nel 2010 (a due sole lunghezze dall’Inter)che ancora a Trigoria gustano. Claudio è un allenatore che non mette maschere e che non si fa del male con delle inutili forzature tattiche: l’umiltà ed il carattere per lui sono state e lo saranno anche in questa nuova panchina nerazzurra (ce n’è bisogno ad Appiano Gentile) di gran lunga più importanti della tecnica e degli schemi tattici.
L’altra sera, intervenuto sui canali rai per accomiatarsi da commentatore e ricevere i saluti dello studio, ha detto, rilassato e sereno, che ora ricomincia con tanto amore per questo lavoro che ha dentro, che Roma è stato un piacevole passaggio della sua carriera di romano e romanista e che per lui contano prima di tutto gli uomini, le persone che ha a disposizione.
Eleganza da vendere per Caludio le cui campagne estere sono state di tutto rispetto: Valencia, Atletico Madrid, Chelsea. Le ruggini con Mourinho? Acqua passata e da trasformare ora in un fiume di novità. In fondo anche Leo dopo una vita da milanista salì al trono dei nerazzurri e non andò affatto male.
Quello che serve di più oggi al patron Moratti è il bene della squadra, ora che si riparte da zero ed un ciclo è finito sotto i gol e le macerie tecniche e tattiche di Novara. Forza Claudio quindi, imperatore della fiducia in sè stessi, come inizio di tutto. Un’ottima ricetta per tornare ad essere l’Inter. (Luca Savarese)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*