Rafinha-Inter ci siamo. Accordo con il Barcellona per il prestito con riscatto a 35 milioni

Rafinha-Inter ci siamo

Rafinha in azione in Coppa del Re con il Barcellona contro l’Espanyol

Rafinha (Rafael Alcântara do Nascimento all’anagrafe) è sempre più vicino all’Inter di Spalletti. Il centrocampista brasiliano (con passaporto spagnolo) del Barcellona, classe 1993, finito nel mirino dei nerazzurri, è infatti pronto a lasciare la compagine di Valverde per approdare in Serie A nelle file del club di Erick Thohir.
Oggi pomeriggio è arrivata l’affondo decisivo di Ausilio per il figlio d’arte (il padre, Mazinho, ex calciatore anche di Lecce e Fiorentina, è stato campione del mondo a Usa ’94) e nelle prossime ore si dovrebbe (usiamo sempre il condizionale) arrivare alla chiusura della trattativa. Si parla del prestito con diritto di riscatto esercitabile a partire da giugno ad una cifra (stando a quanto affermato da Pedullà, ndr) di 35 milioni e obbligatorio in caso di ingresso dell’Inter in Champions League.
L’unico interrogativo, al quale Spalletti e l’ambiente nerazzurro vogliono dare risposta (sperando sia positiva), è quello relativo alle condizioni fisiche del calciatore, reduce da un lungo infortunio e che, quest’anno, non ha ancora esordito con la maglia del Barcellona.
A rispondere all’entourage nerazzurro è stato, in queste ore, lo stesso club catalano e il tecnico Valverde che ha convocato Rafinha e poi fatto entrare al posto di Denis Suarez nel match di Coppa del Re (perso dal Barcellona contro l’Espanyol), facendogli riassaporare il campo dopo 290 giorni dall’ultima apparizione.
Insomma, il dado è tratto e le parti sono sempre più vicine. Si aspettano solamente i comunicati ufficiali.

Speak Your Mind

*