Questa Juve castiga tutti

La Juve batte il Novara, Quagliarella ritrova il gol dopo un annoCosì verrebbe da dire, vedendo l’ennesima vittoria della Signora che nel suo tempio sacro dello Juventus stadium batte il Novara e non concede neanche l’ombra della rivalità all’altra squadra piemontese del campionato che torna a casa con le pive nel sacco, come molte formazioni in questa parte di Serie A.
La Juve di queste prime 16 giornate sembra nata per vincere e quando undici elementi vanno in campo con un diktat stampato nelle vene, poi sul campo gli avversari avranno vita dura in partenza. Ecco allora un due a zero netto che mette in guardia i vari avversari per il titolo Milan, Udinese, Lazio e (forse) Inter: questa juve gode di una superiorità nella gestione delle sfide che sa sempre come condurre in porto, magari a volte nel magazzino dei pareggi ma, mai fino a questo momento, nel mare della sconfitta, dove tutte le dirette inseguitrici sono finite, almeno una volta.
Tutto dunque parte dalla testa in questa stagione juventina e tutto torna, dopo il verdetto del campo, nella testa. Anche domenica, nella sfida di Serie A contro l’undici di Tesser, dopo che Simone Pepe aveva usato il piede per aprire le danze, la testa l’ha usata Fabio Quagliarella, tornato al gol dopo un anno, dopo che un contrasto con Paci, durante Juve-Parma di gennaio, aveva causato al bomber napoletano un brutto infortunio. Già la creatura di Conte era forte così, figuriamoci con un Quagliarella in più come sarà più bella. (Luca Savarese)

Speak Your Mind

*