Quarti: Apre la Colombia contro il Perù. Falcao cerca i goals per la semifinale

La Coppa America entra nel vivo: stasera alle 21  e alle 00 e 15 vanno in scena i primi due quarti di finale. Ad aprire la fase ad eliminazione diretta è a la Colombia di Falcao, classificatasi prima nel Girone A, quello dell’Argentina padrona di casa. Di fronte, a contendere un posto in semifinale ai favori “cafeteros”, c’è il Perù di bomber Guerrero e del fulmine Vargas, che ha conquistato i quarti dopo aver chiuso al terzo posto nel Girone C.
I favori del pronostico sono tutti dalla parte della nazionale di Medellin, che sogna di riportare in patria il trofeo a distanza di 10 anni dall’ultimo successo (nel 2001, 1 a 0 in finale col Messico). La squadra di Hernan Dario Gomez, colombiano purosangue classe 1956, ha mostrato una grande solidità generale (se si esclude qualche pecca difensiva) e un mix di potenza e velocità, presente in alcuni suoi elementi, a partire da quello più rappresentativi, Radamès Falcao.
Il centravanti del Porto, capocannoniere in Europa League (peraltro vinta) con 17 centri, e protagonista in questa Coppa America con tre reti e la recente doppietta alla Bolivia, è sicuramente il top player di una nazionale che ha voglia di arrivare fino in fondo. Ma non dimentichiamoci della dinamicità e della freschezza atletica di Armero e Zuniga, elementi che arricchiscono la rosa di Udinese e Napoli, e della bravura difensiva e del carisma del rossonero Yepes. Altri due giocatori da menzionare sono Fredy Guarin, jolly di Gomez e compagno di squadra di Falcao nel Porto, e il rapidissimo Hugo Rodallega, che sostiene il “lusitano” in attacco ed è di proprietà del Wigan.
Detto della Colombia, passiamo al Perù, una delle sorprese di questa Coppa America 2011. La Blanquirroja la sua “Copa” già l’ha vinta, mettendo in evidenza un ottimo calcio e conquistando i quarti tra tante avversarie. Ma, come si suol dire, l’appetito vien mangiando e allora perchè non provarci?
Tornare protagonisti (come è accaduto spesso e volentieri tra gli anni ’30 e gli ’80) è uno degli obiettivi di questa nazionale, guidata in panchina dall’esperto Sergio Markarian, allenatore uruguagio (ma di origine armene) classe 1944. Per poter raggiungere questo obiettivo, il Perù (orfano di due big come Pizarro e Farfan) si affida al suo bomber principe Josè Guerrero, attaccante dell’Amburgo, che sarà sostenuto in avanti da “Atunchema” Chiroque (classe ’80, solo sei presenze in maglia biancorossa) e dalle accelerazioni e i cross taglienti che costituiscono il marchio di fabbrica dell’esterno della Fiorentina, Juan Manuel Vargas. Altro calciatore da evidenziare è il 29enne Rinaldo Cruzado, uno dei giocatori più in evidenza in questo torneo e recentissimo colpo di mercato del Chievo.

LE PROBABILI FORMAZIONI:
COLOMBIA: Martínez, Zuniga, Perea, Yepes, Armero, C. Sánchez, Abel Aguilar, Guarín, Rodallega, Adrián Ramos, Falcao. All.: Hernan Dario Gomez.
PERU‘: Fernández, Revoredo, Acasiete, Rodríguez, Vílchez, Lobatón, Balbín, Cruzado, Vargas, Chiroque, Guerrero. All.: Sergio Markarian.

Speak Your Mind

*