Posticipo: Napoli-Palermo 1-0. Maggio al 95′, azzurri terzi con la Juve

Il pareggio sembrava ormai cosa fatta. Invece all’ultima occasione utile, pochi istanti prima del fischio finale del marchigiano Morganti, il Napoli beffa il Palermo con Maggio (eravamo al 94′ inoltrato) e conquista i tre punti nel posticipo che chiude la 15° giornata di Serie A. Esplode il San Paolo per un successo fondamentale, che consente ai partenopei di agganciare la Juventus al terzo posto, a quota 27, mentre i siciliani restano bloccati a 23, in compagnia di Inter, Roma e Sampdoria.
Primo tempo senza grandissime occasioni. I ragazzi di Mazzarri partono, però, con il piede sull’acceleratore e costringono in difesa Miccoli e compagni, i quali trovano molte difficoltà nell’imbastire azioni di gioco degne di tal nome. Lavezzi e Maggio provano a bucare la porta dei rosanero ma sbattono sul muro rappresentato da Sirigu, giovane ma valido portiere della squadra siciliana (ex Ancona).
Il Palermo si limita a qualche ripartenza, ma sia Pastore (deludente la prestazione del “Flaco“, uno dei giocatori più forti della Serie A) che Miccoli vengono ingabbiati dalla difesa napoletana. In una circostanza, però, brividi per De Sanctis sulla conclusione a giro del piccolo fantasista salentino, scagliata a conclusione di un rapido contropiede.
Nella ripresa la pressione del Napoli aumenta, considerevolmente. Miracolo di Sirigu – ancora decisivo – sullo slovacco Hamsik, ci prova anche Cavani, ma il bunker palermitano regge. Fino al 95′ quando Hamsik conquista una palla nella zona nevralgica del campo e serve  il bomber uruguagio nello spazio. Il “matador” entra in area, prendendo d’infilata la difesa del Palermo e serve Maggio che, in scivolata, insacca la palla della vittoria. Una beffa per l’undici di Delio Rossi, tre punti d’oro per i partenopei nel cammino in Serie A. Premiata la squadra che ci ha creduto di più.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

24total visits,1visits today

Speak Your Mind

*