Pokerissimo del Barcellona al Napoli. Show blaugrana nel Trofeo Gamper

Nell’amichevole di lusso del Camp Nou, che assegnava il “Trofeo Gamper” (torneo che ricorda Hans Gamper, fondatore del club), il Napoli viene travolto al Camp Nou da un pokerissimo di reti. Il Barcellona di Pep Guardiola rifila una cinquina in faccia alla squadra di Mazzarri (Fabregas, Keita, Pedro e doppietta di Messi), collezionando anche quattro legni. Cavani va due volte in rete, ma in entrambe le circostanze l’arbitro annulla per fuorigioco.
Dopo la presentazione dei due nuovi acquisti, quello di Sanchez (arrivato dall’Udinese) e di Fabregas (tornato “a casa” dopo la lunga esperienza all’Arsenal), s’inizia a fare sul serio e il Napoli, mandato in campo da Mazzarri col miglior undici (De Sanctis tra i pali, Campagnaro, Cannavaro e Britos nel pacchetto arretrato, Dossena e Maggio larghi con Dzemaili e Inler in mezzo. In attacco il “matador” Cavani, supportato da Lavezzi e Hamsik) mette subito paura al Barcellona: Cavani segna con una splendida rovesciata, ma il direttore di gara annulla per fuorigioco di Hamsik.
A questo punto un pericoloso blackout in casa degli azzurri spiana la strada ai catalani che tra il 25′ e il 30′ affondano i colpi: prima l’ex capitano dell’Arsenal insacca su un cross dalla sinistra di Adriano, ricevendo il tributo dei fans blaugrana, poi Keita di testa capitalizza al meglio un assist di Iniesta. In cinque minuti 2 a 0 e tutti a bere qualcosa di fresco.
L’inizio ripresa è da incubo per i partenopei, col Barca che nel giro di un minuto colpisce per tre volte il palo prima di chiudere definitivamente la contesa. Entra Messi e i giochi sono fatti. Dopo un altro goal annullato per offside a Cavani (sfortunato l’uruguagio) al 20′ punizione dell’argentino che finisce sul palo e ribattuta vincente di Pedro, mentre cinque minuti dopo è lo stesso Messi ad andare a segno dopo una combinazione di gran classe con Xavi e Pedro.
La chiusura della contesa spetta naturalmente ancora alla “Pulce” che al 32′ firma la sua doppietta personale con un sinistro micidiale per il pur bravo De Sanctis. Finisce 5-0 per il Barcellona, che impartisc euna severa lezione ad un Napoli desideroso di risvegliarsi il più presto possibile da quest’incubo.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*