Poker del Belgio all’Ungheria, i Diavoli rossi volano ai quarti

Belgio ai quarti, poker all'Ungheria

Foto Ansa

Dopo aver visto le qualificazioni di Francia (in rimonta per 2 a 1 contro l’Irlanda) e Germania (netto 3 a 0 alla Slovacchia) è il Belgio a conquistare il pass per i Quarti di Finale (che saranno contro il Galles di Bale) grazie al 4 a 0 rifilato all’Ungheria. I Diavoli Rossi di Wilmots sbloccano la gara al 10′ con Alderweireld, poi però non capitalizzano (decisivo più volte il 40enne portiere ungherese Kiraly), fino al minuto 78′ quando Batshuayi firma il 2 a 0 e la condanna di un’Ungheria che crolla psicologicamente e subisce ancora le reti realizzate dallo scatenato Hazard (migliore in campo) e dal neoentrato Carrasco.
L’Ungheria ci ha provato, restando in gara per 78′ minuti, con un solo gol da recuperare, quello in apertura, di testa, di Alderweireld, ma è poi crollata sotto i colpi di un Hazard in serata di grazia e imprendibile da parte dei calciatori magiari.
Non è bastato, all’undici guidato dal tedesco Storck, un super Kiraly, alla sua ultima gara con la maglia della nazionale ungherese: il 40enne portiere “col pigiama” si è reso protagonista di 2-3 interventi pazzeschi, tenendo a galla fino alla fine i propri compagni che hanno poi impensierito Courtois in alcune circostanze, senza trovare però l’agognato pareggio.
Nel finale, invece, sono arrivate altre tre reti del Belgio di Wilmots. Esce Lukaku, entra Batshuayi e proprio il funambolico colored del Marsiglia sigla il 2 a 0 su assist di Hazard. Lo stesso folletto del Chelsea, poi, realizza il suo personale sigillo, e terzo di squadra, grazie ad una serpentina micidiale conclusa con un destro all’angolino. Infine, gioia personale per Carrasco, che in diagonale trafigge ancora Kiraly. Belgio ai quarti, contro il Galles di Bale, Ungheria fuori dai giochi con onore, dopo aver disputato un buon Torneo.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

10total visits,1visits today

Speak Your Mind

*