Pjanic stende il Napoli, Lazio corsara a Cagliari. Fiorentina quarta, domata la Samp

Pjanic gol e la Roma batte il NapoliLa Roma infrange il tabù Olimpico e dopo quattro mesi torna a sorridere, davanti ai propri tifosi, grazie alla rete di Pjanic che manda ko il Napoli nella 29^ giornata di Serie A. La Lazio suona la settima, 3 a 1 al Cagliari di Zeman e giallorossi di nuovo a -1. Quarto posto per la Fiorentina, che supera 2 a 0 la Samp al Franchi.
Basta un gol di Pjanic (con tanto di esultanza polemica per critiche subite in queste settimane, ndr) alla Roma di Garcia per domare il Napoli di Benitez (quarto ko consecutivo in trasferta per gli azzurri, ndr). Gara equilibrata, che si accende al 25′ del primo tempo: Iturbe inventa, Florenzi rifinisce e il bosniaco fulmina Andujar con un tiro secco e preciso.
La risposta del Napoli è in un secondo tempo di grande spessore. Due chance importanti per Mertens, De Sanctis si supera sulla conclusione volante del belga e blocca con presa ferrea il tocco (insidioso ma debole) del calciatore partenopeo nella seconda. Ci prova anche Gabbiadini, ma il portierone giallorosso si fa trovare pronto.
La Roma potrebbe chiudere il discorso in contropiede ma Iturbe fallisce clamorosamente il raddoppio davanti all’estremo difensore del Napoli. Entrano Insigne (al ritorno in campo dopo 5 mesi di stop per infortunio, ndr) e Zapata, ma l’1 a 0 diventa finale. Roma seconda a 56, Napoli scaraventato al sesto posto a -9.
Vince ancora la scatenata Lazio di Pioli, che supera 3 a 1 il Cagliari al Sant’Elia, e con la settima vittoria consecutiva si riporta nuovamente a -1 dai giallorossi. Klose, Biglia e Parolo gli autori delle reti biancoceleste, Sau per il momentaneo 1 a 1 sardo.
La Fiorentina batte la Sampdoria grazie a Diamanti e Salah prendendosi un quarto posto per poter cullare i sogni Champions. E nell’ultimo match della giornata la Juventus supera l’Empoli con il solito Tevez (nell’occasione, non era volontario il retropassaggio di Rugani – disturbato da Sturaro – a Sepe, dunque non andava asseggnata la punizione a due decisa da Giacomelli e dalla quale è scaturito poi il gol dell’argentino) e Pereyra accorciando sempre di più l’appuntamento con il quarto scudetto consecutivo.
Delle due milanesi gode solo il Milan che si impone a Palermo con una prodezza di Menez, dopo il botta e risposta tra Cerci e Dybala; l’Inter invece delude ancora lasciandosi imporre il pari in casa dal Parma, dopo l’1 a 0 iniziale di Guarin. Per i ducali a segno l’albanese Lila.

I risultati e marcatori della 29/ma giornata di Serie A:

Atalanta-Torino 1-2 (Quagliarella-Glik-Pinilla)
Inter-Parma 1-1 (Guarin-Lila)
Verona -Cesena 3-3 (Toni – J. Gomez – Toni – Carbonero – Brienza – Succi)
Genoa – Udinese 1-1 (De Maio-Thereau)
Palermo -Milan 1-2 (Cerci- Dybala – Menez)
Cagliari – Lazio 1-3 (Klose- Sau-Biglia-Parolo)
Sassuolo – Chievo 1-0 (Berardi)
Roma-Napoli 1-0 (Pjanic)
Fiorentina-Sampdoria 2-0 (Diamanti-Salah)
Juventus-Empoli 1-0 (Tevez)

Speak Your Mind

*