Pari “sciocco” tra Siena e Fiorentina. Il Milan passa a Cagliari e torna in vetta

Siena-Fiorentina 0 a 0, vittoria del Milan per 2 a 0 a CagliariTanta paura, zero gol e un punto per uno. Questi i tre verdetti sanciti nel derby toscano tra Siena e Fiorentina, che si sono spartite la posta in palio chiudendo il 2011 con lo 0 a 0 del Franchi, nel recupero della prima giornata di Serie A.
Entrambe le compagini, reduci da momenti non particolarmente positivi, erano a caccia di un risultato pieno. Voleva i tre punti la Fiorentina, contestata dal popolo gigliato dopo il pari interno con l’Atalanta, voleva un successo soprattutto il Siena, che proveniva da quattro sconfitte consecutive in Serie A. Ne è venuto fuori un pari che smuove la classifica ma non regala particolari sorrisi alle squadre di Rossi e Sannino.
Nel primo tempo c’è ben poco da raccontare, se non un esaperato tatticismo che, naturalmente, non aiuta lo spettacolo. Prima emozione vera al 30′ quando l’incornata di testa di Calaiò sbatte sulla traversa con Boruc battuto. Fiorentina che risponde in chiusura di primo tempo: Brkic si supera sulla girata del momentenegrino Jovetic.
Ripresa più intensa e gradevole. Le emozioni aumentano, e a creare fin da subito è la Fiorentina che va vicina alla rete per due volte con Gamberini sempre su calci da fermo (dapprima bravo Brkic, poi salva Brienza). bene la Viola che insiste, anche con l’ingresso di Gilardino, entrato in campo al posto di un Cerci assolutamente fuori gara.
Ma l’ultima parte dell’incontro è nettamente di marca senese. Ci prova D’Agostino, su calcio di punizione, poi è la volta di Calaiò, con uno stacco in area, ma il risultato non si sblocca e il derby toscano finisce con uno “sciocco” (espressione toscana usata per il pane senza sale) 0 a 0.
Nel secondo anticipo della Serie A, invece, il Milan passa a Cagliari con il risultato di 2-0 e torna momentaneamente in vetta, in attesa di UdineseJuventus. Un autogol (di Pisano) e la rete del solito Ibrahimovic piegano i sardi e regalano un’altra brillante vittoria allo squadrone di Allegri.
Il vantaggio del Diavolo arriva al 4′, dopo un palo colpito da Thiago Ribeiro, su assist di Cossu. Robinho brucia tutti, anche Agazzi, mette al centro e Pisano, nel tentativo di anticipare Nocerino, fa autogol. Il raddoppio arriva al 15′ della ripresa con Ibrahimovic che penetra in aerea, brucia Canini sullo scatto e batte con un bel diagonale il portiere del Cagliari. Milan capolista,a quota 34, in attesa di vedere cosa combinerà la Juve di Conte a Udine, nella supersfida pomeridiana di questo mercoledì di Serie A.

Speak Your Mind

*