Pari per Real e Barcellona. Betis vittoria e primato nella Liga

Quinta giornata nella Liga dominata dal Real Betis. Che siano cambiate le gerarchie in Spagna? Ecco tutti i risultati del turno infrasettimanale che si è diviso tra martedì e giovedì, con i pareggi di Barcellona e Real Madrid, le vittorie di Villareal e Atletico Madrid e ultima quella del Betis giovedì sera contro il Real Zaragoza, finita 4-3.
Si parlava di classifica e di cambi d’ordine: la Liga parla chiaro e il Betis Siviglia, come usiamo chiamarla noi in Italia, ma più comunemente Betis, è in testa con 12 punti, più 4 dei “fantastici” undici di Pep Guardiola. Mica male.
Allo stadio Benito Villamarin i padroni di casa si sono imposti con il risultato di 4-3, rischiando di subire (cosa non avvenuta) la rimonta del Zaragoza; ma anche in difficoltà numerica (al 69′ c’è stata l’espulsione di Casto) il Betis ha chiuso la gara da vincente, allungando sulle inseguitrici.
In soli undici minuti i giocatori del Betis conducevano già la partita con un 2-0 firmato da Santa Cruz e da Salva, quest’ultimo su rigore. Juarez aveva accorciato le distanze al 36′, non sufficiente a demotivare il Betis, che ad un minuto dalla ripresa si procurava un altro rigore, trasformato con freddezza da Benat. Pochi minuti dopo è ancora Santa Cruz a centrare la porta del Zaragoza, ma dopo l’espulsione di Casto le cose si complicano e in soli tre minuti Juan Carlos diventa protagonista del match con una doppietta, che si rivela però vana ai fini della agognata rimonta. Il Betis salva la faccia, la partita e i tre punti.
Oltre ai sivigliani anche l’Atletico Madrid ne segna 4 allo Sporting, che quest’anno è ancora fermo a quota zero punti: i madrileni anche nella giornata precedente avevano centrato la porta quattro volte e sembrano non voler perdere questo ritmo; il vantaggio è stato favorito dall’autogoal di Lora circa alla mezz’ora di gioco, mentre Dominguez, e la doppietta di Falcao, sanciscono il pokerissimo finale.
Scotta un pò il pareggio del Barcellona con il Valencia: allo stadio Mestalla i campioni d’Europa non vanno oltre il 2-2 e Abidal fa anche il pasticcio di segnare nella porta sbagliata a 11′ dall’inizio del match; il pareggio pochi minuti dopo arriva con Pedro e il momentaneo vantaggio è del Valencia al 23′ con Miguel. Ma il Barça è il Barça e così Fabregas regala almeno un punto di consolazione ai blaugrana.
Ancora più aspro è il pareggio dei Blancos di Mourinho: 0-0 nello stadio El Sardinero del Racing in una partita segnata da 8 ammonizioni, di cui cinque della formazione padrona di casa; stesso risultato nella sfida tra Osasuna e Sevilla a zero goals nei 90′ di match.
Successo per il Villareal, che supera per 2-0 il Mallorca con i sigilli di Giuseppe Rossi e Nilmar,vittoria anche per il Levante sul Rayo Vallecano con il risultato di 1-2, in una partita decisa già nella prima frazione di gioco con Valdo e Ballesteros, l’unica rete della formazione di Madrid è quella di Tamudo al 71′.
Tre punti e medesimo risultato sul tabellino finale per l’Espanyol, che batte il Getafe 1-0 (90′ Pandiani), per il Malaga 1-0 contro l’Athletic Bilbao (61′ Cazorla), per il Real Sociedad 1-0 contro il Granada (64′ Estrada). (Paola Prina)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*