Obolo in rete dopo 1293 giorni e il Velez piega il Santos. Mouche gioia Boca contro il Fluminense

Nell’andata dei quarti di finale della Copa Libertadores, prezioso successo interno del Velez che, grazie ad una rete del ritrovato Mauro Obolo (ex Arsenal) stende il Santos di Neymar per 1 a 0 e fa suoi i primi novanta minuti di questo parte scoppiettante incrocio. Nell’altro quarto, stesso risultato, e sempre per i padroni di casa in questo caso del Boca di Falcioni che manda ko, tra le proteste brasiliane per la direzione arbitrale, il Fluminense di Abel Braga. Xeneizes in festa grazie all’acuto vincente di Pablo Mouche.
Il tanto atteso Obolo è arrivato. L’attaccante argentino, classe 1981, a secco di goals da ben 1293 minuti, ritrova la gioia della rete nella gara più attesa, quella dei quarti di finale di Copa Libertadores. Sicuramente il risultato non mette al riparo da eventuali ribaltoni ma concede un prezioso vantaggio in vista dell’infuocato retour match del Vila Belmiro.
Santos in ombra, forse distratto dall’imminente inizio del Brasileirão. La squadra allenata da Muricy Ramalho cerca di controllare la sfida con la solita maestria, per poi giocarsi tutto in Brasile, ma non ha fatto i conti con la voglia di gol di Mauro Obolo che fa esplodere il Fortin e regala il successo al Velez.
Nell’altra sfida, che è andata in scena qualche ora prima di Velez-Santos, a “La Bombonera” il Boca Juniors si aggiudica il primo round del suo quarto di finale mettendo in riga il Fluminense e conquistando il successo per 1-0 grazie alla rete siglata da Pablo Mouche all’ottavo della ripresa.
Grandi proteste da parte dei brasiliani per l’espulsione comminata, poco dopo la mezz’ora del primo tempo, a Carlinhos, allontanato dal direttore di gara per doppia ammonizione (forse frettolosamente, ndr). In dieci uomini il Tricolor carioca ha sofferto la vivacità degli Xeneizes che, con grande determinazione, sono riusciti a penetrare le linee nemiche e a trovare, ad inizio ripresa, il prezioso punto dell’1 a 0 finale, messo a segno come detto da Pablito (vicino al Catania secondo le ultime voci di calciomercato, ndr) Mouche.
Primo round al Boca, ma a Rio non sarà sicuramente una passeggiata. La strada verso la semifinale è ancora molto lunga.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*