Nona sinfonia per la Roma di Garcia. Pjanic e Gervinho stendono il Milan

Pjanic super contro il MilanSe il Campionato di Serie A è ancora vivo, nella lotta per il tricolore, lo si deve alla fantastica Roma di Garcia che continua a vincere e a regalare sorrisi a tutti gli sportivi e calciofili d’Italia, non solo ai propri tifosi anche ieri pronti a tributare un clado applauso ai propri beniamini. Ieri sera, nell’anticipo della 35^ giornata i giallorossi si sbarazzano del Milan con il classico risultato all’inglese di 2 a 0 (a firma PjanicGervinho, ndr) e conquistano la nona vittoria consecutiva, 26^ stagionale (85 punti totali), festeggiando alla grande, davanti al proprio pubblico, la qualificazione diretta alla prossima Champions League ottenuta grazie al successo di Firenze con annesso secondo posto matematico, a spese del Napoli, immediato inseguitore.
Il rischio rilassamento non c’è stato. La Roma si è dimostrata implacabile anche contro il Milan di Seedorf grazie alla classe e ai colpi eccezionali dei suoi giocatori. Soprattutto a quelli del fuoriclasse bosniaco Miralem Pjanic, protagonista al 43′ di una serpentina pazzesca, conclusa con la stoccata dell’1 a 0. Un’azione meravigliosa terminata con la corsa sotto la Curva Nord.
La replica del Milan, ad inizio ripresa, è flebile. Kakà, uno dei pochi a cercare di costruire qualcosa dalle parti di De Sanctis (Balotelli, come spesso accade, ha pensato più a protestare che a giocare, rimediando solamente fischi, ndr) serve Montolivo che si produce in una conclusione di prima intenzione, senza però trovare lo specchio.
La Roma, allora, torna ad attaccare e, al 65′, chiude i conti: azione tutta in velocità, destro di Totti, violento, Abbiati para ma non blocca e Gervinho insacca (in leggera posizione di offside, ndr). Entrano Robinho e Pazzini ma la musica non cambia e De Sanctis passa, sostanzialmente, una serata tranquilla. 2 a 0, la Juventus dovrà ancora aspettare per festeggiare, il Milan invece dovrà ancora sudare per la sesta piazza.

Speak Your Mind

*