Napoli primo alla pausa, la Juve fa infuriare il Cagliari. Cade la Roma, show della Lazio

Immobile trascina la Lazio a FerraraTra tante polemiche Juve e Napoli continuano il botta e risposta e rimangono distanziate di un punto, alla pausa invernale della Serie A. I partenopei superano con il risultato di 2 a 0 il Verona (goal di Koulibaly e Callejon) e si mantengono in testa alla classifica del massimo campionato con 51 punti. Sembra una gara stregata per gli azzurri, più volte vicini al gol sia nel primo che nel secondo tempo, poi però il gigante senegalese del Napoli si mette in proprio e di testa fa 1 a 0. Lo spagnolo Callejon firma invece il raddoppio che stende gli scaligeri.
Napoli, dunque, sempre primo, ma con un solo punto di margine sui bianconeri, che passano alla Sardegna Arena con il risultato minimo, deciso dalla zampata di Bernardeschi (su assist di Douglas Costa, entrato al posto dell’infortunato Dybala) in un mare di proteste isolane.
Il Cagliari del presidente Giulini, infatti, si lamenta giustamente per due episodi. Il primo riguarda il contrasto BenatiaPavoletti (braccio largo del marocchino sull’attaccante isolano) non sanzionato con il fallo (l’azione poi prosegue, con Pavoletti dolorante a terra, e i bianconeri piazzano la zampata vincente) e per il penalty negato ai sardi per il braccio galeotto (ed evidente) dell’ex viola, Bernardeschi, matchwinner peraltro per la compagine allenata da Max Allegri.
Terza piazza per l’Inter, bloccata sul pari, in rimonta, dalla Fiorentina, quarta a due punti dalla squadra di Spalletti (ma con un match da recuperare) invece la Lazio di Inzaghi, che continua la sua super stagione, travolgendo la Spal, a Ferrara, con il risultato di 5 a 2 e un Immobile devastante. Poker di goal per il bomber napoletano e primo posto nella classifica marcatori della Serie A con 20 centri in 19 gare.
Male, invece, la Roma di Di Francesco che, sconquassata dal caso Nainggolan, punito con la tribuna per i “botti mediatici di Capodanno“, cede in casa contro un’Atalanta sempre più meravigliosa realtà del calcio italiano e corsara nella capitale dopo aver fatto fuori il Napoli in Coppa Italia.
I ragazzi di Gasperini fanno loro la posta in palio con un gran primo tempo, condito dalle reti di Cornelius e De Roon, poi espulso a fine frazione. Nella ripresa l’assalto giallorosso frutta diverse occasioni, il gol della speranza firmato da Dzeko, ma non il pari. Un solo punto nelle ultime tre gare per i capitolini, che con 39 punti sono ormai fuori ai giochi scudetto, nonostante la gara con la Samp da recuperare.
Scendendo in classifica, esordio positivo per Mazzari sulla panchina del Toro. I granata, allenati dall’ex tecnico del Napoli, superano 3 a 0 il Bologna e si portano a 28 punti in classifica, insieme a Udinese e Chievo. I goal portano le firme di De Silvestri, Niang e Iago Falqué. Seconda vittoria (consecutiva) in Serie A per il Benevento che sembra essersi svegliato dopo la lunga striscia negativa di sconfitte: al Vigorito le “streghe” superano 3 a 2 la Samp con una grande prestazione di Coda, autore di una doppietta, e provano a invertire il destino di questa stagione.

RISULTATI 20^ GIORNATA SERIE A
Chievo-Udinese 1-1 9′ Radovanovic, 41′ aut Tomovic
Fiorentina-Inter 1-1 56′ Icardi, 90’+1 Simeone
Torino-Bologna 3-0 38′ De Silvestri, 53′ Niang, 85′ Falqué
Benevento-Sampdoria 3-2 46′ Caprari, 69′ e 84′ Coda, 91′ Brignola, 94′ Kownacki
Genoa-Sassuolo 1-0 80′ Galabinov
Milan-Crotone 1-0 54′ Bonucci
Napoli-Verona 2-0 66′ Koulibaly, 78′ Callejon
Spal-Lazio 5′ Alberto, 8′ e 31′ Antenucci, 19′-26′-41′-51′ Immobile.
Roma-Atalanta 1-2 14′ Cornelius, 19′ De Roon, 56′ Dzeko
Cagliari-Juventus 0-1 74′ Bernardeschi

Speak Your Mind

*