Napoli fuori dalla Champions. Mertens illude, Ramos spegne i sogni partenopei

Ramos doppietta, festa Real, fuori il NapoliIl Napoli saluta la Champions League. Gli azzurri di Sarri, dopo l’1 a 3 del Bernabeu, giocano un grande primo tempo, vanno avanti con Mertens, sognano l’impresa, ma poi a inizio ripresa il Real cancella le speranze partenopee grazie alla doppietta di Sergio Ramos che segna due gol di testa tra il 51′ e il 57′. Al 90′ arriva anche il sigillo di Morata, per il 3 a 1 finale, come all’andata. Nell’altra sfida il Bayern di Ancelotti bissa il 5 a 1 dell’andata, strapazzando l’Arsenal anche in terra inglese.
Accarezzata l’impresa. Solo sfiorata, perchè durano 45 minuti i sogni di gloria del Napoli che mette sotto i campioni d’Europa in carica del Real con la spinta dei sessantamila del San Paolo. I blancos di Zidane soffrono la verve partenopea (anche se c’è un palo clamoroso di Ronaldo da non dimenticare), vanno sotto per la solita prodezza di Mertens (favorita dalla leggerezza del tedesco Kroos), rischiano il 2 a 0 (legno colpito dallo stesso folletto belga nel finale di frazione) ma poi nella ripresa ribaltano la situazione e archiviano definitivamente il discorso qualificazione.
La grande illusione, coltivata dagli azzurri grazie al gol di Mertens nel primo tempo, svanisce nel giro di 6 minuti a inizio ripresa: Kroos pennella due corner sulla testa del difensore goleador, Sergio Ramos (81 gol in carriera, ndr), che salta sulla testa di Koulibaly e chiude il discorso, gelando un caldo San Paolo.
A quel punto gara finita, con il Napoli chiamato a fare 4 gol per passare al turno successivo. Una missione impossibile, contro un Real Madrid che fa accademia e controlla agevolmente, o quasi, la sfida. Gli azzurri di Sarri provano almeno a pareggiare, ma al 90′ arriva il tris dell’ex juventino, Alvaro Morata (che con il dito cerca di zittire definitivamente il San Paolo, ndr).
Napoli fuori dalla Champions, ma a testa alta. Il Real vola ai quarti per la settima volta di fila, e punta dritto all’ennesima finale della sua gloriosa storia.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

4total visits,1visits today

Speak Your Mind

*