Mondiali 2010: Slovenia-Usa 2-2. Bradley salva papà Bob, proteste finali per il goal annullato a Edu

La partita più bella del mondiale. Questa è stata Slovenia-Usa, un’infinita altalena di emozioni con gli slavi a sognare in grande alla fine del primo tempo, chiuso sul 2-0 e con la conseguente qualificazione matematica agli ottavi ormai in tasca, e con la straordinaria ripresa degli orgogliosi americani, capaci di rimontare e di sfiorare la clamorosa vittoria, negata dal gol ingiustamente annullato ad Edu nel finale dal maliano Coulibaly, protagonista comunque di una discreta prestazione (a parte tale episodio che però pesa parecchio sull’economia della partita).
Ma partiamo dall’inizio. Nello splendido Ellis Park di Johannesburg, tempio del rugby, si affrontano due formazioni ordinate, schierate con uno speculare 4-4-2. Coach Bradley conferma l’undici che ha fermato l’Inghilterra, un solo cambio per gli sloveni con Ljiubijankic al posto di Dedic.
Avvio equilibrato anche se è la Slovenia a sembrare maggiormente pericolosa e, dopo un cross di Brecko su cui Novakovic non riesce a deviare, arriva la perla di Birsa; il talentuoso esterno dall’Auxerre, al 13’ tira fuori dal cilindro un mancino liftato che finisce nell’angolino alla sinistra di un immobile (forse troppo) Howard. Vantaggio che la Slovenia gestisce poi con calma, mostrando un buon possesso palla e ottima organizzazione, rendendosi pericolosissima sulle palle inattive disegnate col velenoso sinistro dal solito Birsa.
Nel finale di frazione però gli americani si svegliano; è il possente Altidore a suonare la carica guadagnando una punizione dal limite, ottimamente calciata da Torres su cui perfetta è la risposta di Handanovic in angolo. Sul tiro dalla bandierina, colpo di testa insidioso di Demerit.
Gli Usa insistono e sfiorano il pari, con Jokic costretto a salvare su Findley e soprattutto quando Brecko anticipa provvidenzialmente Donovan quasi sulla riga, a conclusione di una splendida azione tutta di prima degli americani. Ma nel momento migliore di Donovan e soci, arriva la mazzata del raddoppio sloveno al 42’, quando Onyewu non sale tenendo in gioco Ljubijankic che, servito da Novakovic, fa secco Howard con un preciso diagonale.
Gli americani però non mollano e nella ripresa partono forte; il CT statunitense inserisce Edu e Failhaber per uno spento Finley e la nazionale a stelle e strisce riapre subito i giochi con Donovan, bravo a sfruttare il buco sulla destra di Cesar, battendo Handanovic (quasi decapitato dal bolide dell’americano) con un destro potente praticamente dalla riga di fondo.
La gara si accende la Slovenia soffre, ma col passare dei minuti riesce a riorganizzarsi. Altidore però è un cliente scomodo per la coppia Suler Cesar, ed è proprio lui al 19’ ad impegnare Handanovic in una non facile parata con un destro secco ma centrale in piena area. La partita prosegue su ritmi alti, bellissima, con continui capovolgimenti di fronte. Il gol è nell’aria, sia da una parte sia dall’altra.
Ci va vicino Bradley da fuori, attento ancora Handanovic. L’altro Bradley, coach Bob le prova tutte e nel finale butta dentro una punta, Gomez, per Onyewu (non buona la sua prestazione, colpevole sul secondo gol sloveno), coraggio premiato al 37’ quando Altidore fa da sponda per il taglio in area perfetto di Bradley junior (il migliore in campo) che, non seguito da nessuno, indovina la zampata vincente.
Due a due e minuti finali palpitanti; sulle ali dell’entusiasmo Usa ancora in avanti e in gol con Edu sulla punizione di Donovan ma Coulibaly annulla per un fallo (di confusione) inesistente. Proteste americane ma la Slovenia dimostra di essere ancora via sfiorando la rete qualificazione prima con la testa di Novakovic, poi con il gran destro da fuori di Radosavljievic su cui Howard respinge con sicurezza. Finisce qui, una partita bellissima. La qualificazione rimane ancora aperta, si deciderà tutto nell’ultimo turno.

Il migliore: M.Bradley
Il peggiore: Onyewu

SLOVENIA – USA 2-2
SLOVENIA (4-4-2): S.Handanovic 6.5; Brecko 7, Suler 6, Cesar 5.5, Jokic 6.5; Birsa 7 (42’st Dedic sv), Radosavljevic 6.5, Koren 6, Kirm 5.5; Novakovic 6.5, Ljubijankic 7 (29’st Pecnik sv, 48’st Komac sv) All.: Kek 6.5.
USA (4-4-2): Howard 5.5; Cherundolo 6, Demerit 6.5, Onyewu 5 (35’st Gomez sv), Bocanegra 6; Dempsey 6.5, M.Bradley 7.5, Torres 6 (1’st Edu 6.5), Donovan 7; Finley 5.5 (1’st Feilhaber 6.5), Altidore 7. All.: B.Bradley 6.5.
ARBITRO: Coulibaly (MLI) 5.5.
MARCATORI: 13’pt Birsa, 42’pt Ljubijankic (S), 3’st Donovan, 37’st Bradley (U).

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

12total visits,1visits today

Speak Your Mind

*