Mondiali 2010: Programma Gare 25 Giugno. Brasile e Portogallo a braccetto, prima “finale” per Del Bosque

Ieri pomeriggio la profonda delusione dell’Italia, mista alla gioia di Slovacchia e Paraguay, qualificatesi agli ottavi come prima e sconda forza del Girone F, in serata, invece, la felicità di uno splendido e luminoso Sol Levante, quello del Giappone che ha sbattuto fuori la Danimarca ed è volato, con merito, agli ottavi di finale del Mondiale sudafricano.
Oggi, invece – anzi tra poche ore – con il verdetto già scritto, si snoderà per l’ultima volta il Girone G.
Verdetto già scritto dicevamo. Infatti Brasile e Portogallo, stupende nazionali allenate da Dunga e Queiroz, sono già praticamente certe della qualificazione, a meno che non accadano clamorosi eventi che, tuttavia, potranno riguardare solo i lusitani. Infatti, in caso di successo della Costa d’Avorio sulla Corea del Nord per 4 a 0 (o più) e débacle portoghese (almeno cinque goals subiti) contro i verdeoro, sarebbero Drogba e compagni a proseguire il cammino.
Ma siamo veramente nel campo della fantascienza. Restando, invece, con i piedi per terra, il match del Durban Stadium tra i sudamericani, orfani di Kakà squalificato e sostituito probabilmente dal giallorosso Baptista, e i portoghesi di Cristiano Ronaldo, serve solo per capire chi avrà in regalo la Spagna negli ottavi, anche se le “Furie Rosse” sono chiamate ad un match non facile contro lo scatenato Cile di Bielsa. Ma di questo parleremo tra breve.
Continuando a discorrere delle gare pomeridiane, si profila dunque l’ennesima esclusione di una squadra africana. bene il Ghana, male le altre. Via le Aquile della Nigeria, a casa i Leoni del Camerun, fuori l’Algeria di Saadane, ora, ad un passo dall’eliminazione c’è la Costa d’Avorio di Drogba.
Situazione tragica per i ragazzi di Eriksson, che affrontano alle 16 la Corea del Nord. Mentre gli asiatici hanno abbandonato il Mondiale dopo la goleada (7 a 0) rimediata nell’incontro col Portogallo, gli africani hanno ancora una flebile speranza ma, oltre a riempire di goals gli avversari, devono sperare in un pokerissimo brasiliano ai danni dell’undici di Queiroz.
Dunque, tralasciando i calcoli e ipotesi così assurde, Brasile e Portogallo sono già negli ottavi e aspettano di sapere quali saranno le avversarie. Avversarie che usciranno, questa sera, dalle sfide SpagnaCile e SvizzeraHonduras.
Il discorso è molto semplice. la Spagna deve vincere e basta per passare agli ottavi; lo farà come prima del Gruppo H nel caso in cui risulti capace di aggiudicarsi il match con lo stesso scarto che la Svizzera rifilerà all’Honduras. Il Cile, invece, ha due risultati a disposizione ma rischia l’eliminazione perchè ha una differenza reti davvero minima.
E’ dunque una “finale” per Del Bosque che, al Loftus di Pretoria, lancia il fenomeno blaugrana Andrés Iniesta, che sostituirà Navas, mentre Fabregas si prepara ad un’altra serata da panchinato. Nel Cile mancheranno gli squalificati Carmona e Fernandez, ma i ragazzi di Bielsa saranno comunque pericolosi e si affideranno alle scorribande del folletto bianconero dell’Udinese, Alexis Sanchez.
Dall’altra parte, la Svizzera, al Free State Stadium, con l’Honduras (cenerentola del girone a 0), vincendo passerebbe il turno al secondo posto. La vittoria di Spagna e Svizzera, invece, costringerebbe al calcolo della differenza reti (in vantaggio le “Furie Rosse”). Insomma, si prevedono emozioni a non finire.

PROGRAMMA:
Corea del Nord-Costa d’Avorio ore 16 Sky Mondiale 1
Brasile-Portogallo 16.00 Sky Mondiale 1

Spagna-Cile 20e30 Rai 1 e Sky Mondiale 1
Svizzera-Honduras 20e30 Sky Mondiale 1

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

27total visits,2visits today

Speak Your Mind

*