Mondiali 2010: Programma Gare 24 Giugno. E’ il giorno della verità per l’Italia, ottavi in palio tra Danimarca e Giappone

Quello che vogliamo può arrivare da un momento all’altro. Dobbiamo migliorare soprattutto in fase offensiva. Non vogliamo che sia l’ultima partita. Non deve essere l’ultima. Vogliamo vincere, perchè vogliamo giocare ancora in questo torneo. Ci rendiamo conto che finora non abbiamo fatto benissimo, ma ora vogliamo migliorare”. Così Lippi alla vigilia della fondamentale gara con la Slovacchia.
Il tecnico viareggino è fiducioso, nonostante la nazionale abbia zoppicato vistosamente nelle prime due gare. Attacco sterile, gioco ancora approssimativo, troppi esperimenti. Ma Lippi prosegue per la sua strada e rinnova la sfida.
Oggi, alle 16, contro Hamsik e compagni l’Italia campione del Mondo si gioca tanto. Si gioca il passaggio del turno, si gioca  le fiches rimaste per poter continuare il cammino che porta alla finale di Johannesburg dell’11 luglio prossimo. Per evitare sorteggi strani e da infarto miocardico o eliminazioni che farebbero malissimo.
E’ il giorno dell’Italia, è l’ultima possibilità per gli azzurri e anche se Lippi fa pretattica, possiamo già individuare qualche cambio che ci sarà nello schieramento. Fuori Gilardino, Marchisio e Pepe, dentro Gattuso, Di Natale e Pazzini. Per provare ad invertire la rotta, per tornare a vincere. E, speriamo, anche a convincere.
Potrebbe bastare anche il pari, in caso di successo del Paraguay (quasi sicuro del passaggio agli ottavi) contro gli “All Whites” della Nuova Zelanda. Ma c’è anche l’ipotesi del “sorteggio“, che avrebbe luogo nel momento in cui si verifichino due pari in Paraguay-Nuova Zelanda e Italia-Slovacchia con identico punteggio. ma non vogliamo neanche pensare a tale situazione…
Se Italia-Slovacchia è gara decisiva, non lo è da meno, in serata, Danimarca-Giappone. Con l’Olanda già qualificata e attesa da un'”amichevole” con l’eliminato Camerun di Eto’o, la seconda squadra qualificata uscirà proprio dallo scontro decisivo tra gli scandinavi e l’undici di Okada.
E’ la resa dei conti. Su terreno del Royan Bafokeng Stadium di Rustenburg Bendtner e compagni sono obbligati alla vittoria (con qualsiasi punteggio) contro la formazione del Sol Levante per volare negli ottavi insieme agli Orange. Ai nipponici invece, per andare avanti e centrare una storica qualificazione, andrebbe bene anche il pari. Insomma, pomeriggio emozionante ma serata che si annuncia ancora più scoppiettante…

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

7total visits,1visits today

Speak Your Mind

*