Mondiali 2010, Ottavi: Programma Gare 26 Giugno. Uruguay-Corea del Sud e Usa-Ghana

Terminata la fase a gironi, oggi alle 16, a Port Elizabeth, UruguayCorea del Sud apre la fase a eliminazione diretta dell’edizione 2010 dei Mondiali di calcio.
Il primo ottavo, inedito, vede di fronte la corazzata sudamericana diretta dal “guru” Oscar Tabarez contro la sorprendente Corea del Sud di Huh Jung Moo. La vincitrice di questa gara se la vedrà ai quarti con la vincente di USA-Ghana, in programma questa sera a Rustemburg.
Da una parte il favorito Uruguay che, dopo aver pareggiato a reti bianche contro la Francia nella gara d’esordio, ha mandato ko prima il Sudafrica (con un sonoro 3 a 0) e poi il Messico (di misura), guadagnando gli ottavi come prima nel Girone A. Sette punti, grande dinamismo e un attacco atomico (Forlan-Cavani-Suarez) ma anche una difesa solida (unica squadra a non aver subito goals.
Dall’altra parte, invece, una compagine, quella asiatica, che è giunta seconda nel gruppo B. Decisiva, ai fini del passaggio del turno, la vittoria nella prima partita contro la Grecia (2-0), poichè poi è arrivata la sconfitta contro l’Argentina di Maradona e il pareggio con la Nigeria.
I coreani ognano di ripetere quanto fatto al Mondiale casalingo del 2002, ma non sarà facile. Sarà tutta un’altra storia, contro un avversario temibile e di grande valore. Le speranze del tecnico e della tifoseria sono riposte sul fuoriclasse del Manchester United Park Ji-Sung e nelle ripartenze micidiali dell’undici asiatico.
Stasera, invece, strettamente legato all’Uruguay-Corea pomeridiano, andrà in scena a Rustemburg un altro ottavo di finale molto interessante. Sarà la riedizione di un incontro di Germania 2006, sarà un’avvincente tenzone tra gli Stati Uniti, leader a sorpresa del C, che comprendeva l’Inghilterra e le giovani e combattive “Black Stars” del Ghana che hanno chiuso al secondo posto, dietro la Germania. L’africa è tutta con loro, dopo l’ecatombe di eliminazioni che hanno riguardao Nigeria, Costa d’Avorio, Camerun ed Algeria.
Quattro anni fa, inoltre, in un match decisivo ai fini della qualificazione, le due squadre si affrontarono senza esclusione di colpi e la gara si chiuse sul 2-1 per gli africani. Che cercano di bissare il successo anche se, nella loro storia “mondiale”, non hanno mai superato questo turno.
Occasione di riscatto, invece, per la nazionale a stelle e striscie (salutata ieri sera telefonicamente dal presidente Obama), fresca e compatta e guidata Bob Bradley in panchina e dalla sapiente regia di Landon Donovan, goleador-eroe contro l’Algeria, a centrocampo. Si annunciano emozioni a non finire, seguitele con noi, non mancate su Stadio Goal.

Sarà, invece, la riedizione di un incontro di Germania 2006 il secondo ottavo tra Ghana, seconda nel gruppo B, e Stati Uniti, leader a sorpresa del C. Le due squadre si affrontarono quattro anni fa in un match decisivo ai fini della qualificazione; finì 2-1 per gli africani che si augurano un altro successo per entrare nella storia. Mai, infatti, i ghanesi sono riusciti a superare gli ottavi. L’ostacolo di Appiah e compagni, in campo forse con l’interista Muntari dal primo minuto, è impegnativo per la freschezza e la compattezza dei giovani yankees, guidati da Bob Bradley in panchina e dalla sapiente regia di Landon Donovan, goleador-eroe contro l’Algeria, a centrocampo.
Se non bastasse, gli americani possono contare su un tifoso d’eccezione: il presidente Obama, che ha telefonato alla squadra, incoraggiandola per la sfida di stasera. Una beffa per i ghanesi che, invece, devono fare a meno dei loro tifosi, rimpatriati dalla Federazione per esaurimento fondi. Pazienza, ultimi rappresentanti del blocco africano, gli uomini del ct Rajevac hanno dalla loro il sostegno di tutto il continente «nero». Intanto, con l’Italia fuori dai giochi, un solo azzurro prosegue la sua avventura in Sudafrica: è l’arbitro Roberto Rosetti, che domani dirigerà Argentina-Messico.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

27total visits,1visits today

Speak Your Mind

*