Mondiali 2010: L’Italia è in Sudafrica. Stamani l’arrivo a Johannesburg

Mancano ancora cinque giorni all’esordio azzurro. Il 14, infatti, in serata, l’Italia affronterà il Paraguay, primo ostacolo nella competizione mondiale che affrontiamo da campioni in carica. L’attesa cresce e, via via che passano le ore, diventa sempre più spasmodica, riempiendo la testa di sogni ma anche il corpo di un’ansia pazzesca. C’è voglia di far bene, di difendere lo scettro conquistato in Germania nel 2006 e, di arrivare fino in fondo, per regalare ai tifosi una nuova immensa gioia.
Con queste cose e tanto altro nelle valigie, l’Italia è arrivata ufficialmente in Sudafrica: la Nazionale di Marcello Lippi è atterrata al Tambo Airport di Johannesburg (nella foto tratta da sportmediaset) alle 8:55, di questa mattina. Fotografi, giornalisti, tv spagnole e brasiliane hanno atteso l’arrivo degli azzurri, insieme ad una trentina di supporters del luogo.
Poi, l’arrivo in albergo, nel lussuosissimo Leriba Lodge dove, ad attendere la truppa italiana, c’erano bambini sudafricani pronti ad omaggiare la nazionale con bellissimi cori sudafricani…
Così è arrivata l’Italia, con grande serenità, nonostante gli ultimi infortuni (ma Pirlo e Camoranesi sono in netto miglioramento) e con tanta voglia di far bene. La ricetta? Ce lo spiega l’iridato Marcello Lippi: “Per vincere un Mondiale ci vogliono testa e cuore, quando si cerca di costruire un gruppo che si pone un obiettivo così importante come quello della vittoria del campionato del Mondo, si cerca di costruire sempre un gruppo forte dal punto di vista umano – continua il Ct azzurro-. Poi bisogna dare un’organizzazione di gioco, e qui c’è la ragione, cioè la tattica, che è determinante. Io per esempio dico sempre che non sono sicuro di aver portato ai Mondiali i più bravi calciatori dal punto di vista tecnico che c’erano in Italia. Può darsi che ci fosse qualcuno più bravo tecnicamente che è rimasto a casa, ma di sicuro ho portato dei fuoriclasse per quanto riguarda la disponibilità di mettersi a disposizione l’uno dell’altro“.
Queste, dunque, le parole del mister di Viareggio. Lo start ufficiale di un’avventura che – speriamo – riservi grandi soddisfazioni. Venerdì i padroni di casa el Sudafrica inaugureranno il Mondiale contro il Messico, poi lunedì stringetevi forte….azzurri in campo…e i cuori incominceranno a battere forte….forte…

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

13total visits,1visits today

Speak Your Mind

*