Mondiali 2010, Italia: Pirlo si rompe. Sudafrica a rischio per il milanista

Dopo la figura non esaltante in amichevole contro il Messico, penultimo test (manca l’ultimo con la Svizzera) prima dell’inizio dei Mondiali sudafricani, una brutta tegola cade sulla testa di Marcello Lippi e della truppa azzurra.
Il centrocampista del MIlan, Andrea Pirlo, si è fatto male e rischia seriamente di abbandonare il Mondiale prima ancora di esserne protagonista. Si parla, infatti, di distrazione di secondo grado al gemello laterale del polpaccio sinistro. Questo il risultato degli esami effettuati dopo che il giocatore aveva accusato, al momento del cambio con il Messico, una fitta dolorosa e presistente.
Come accadde ad Euro 2008 con Cannavaro (in quale caso lo juventino si operò e saltò tutto il torneo), o con Gattuso prima del Mondiale 2006 (partì tra i dubbi ma si rese protagonista di un’ottima manifestazione), ora, a dieci giorni dall’esordio con il Paraguay, il ct viareggino si trova alle prese con un problema in più e di non facile risoluzione.
Periodaccio per i coach “mondiali”. Capello perde Ferdinand, Eriksson rischia di dover fare a meno del fuoriclasse ivoriano Drogba. Ora è Lippi a dover affrontare l’infortunio di Pirlo che priva l’Italia, quasi sicuramente, del regista, dell’uomo capace di regalare l’ultima palla, quella da tramutare in rete.
In base alle norme Fifa, C’è tempo per rispondere fino al 13 giugno per sostituire un giocatore dalla lista dei 23 per grave infortunio: “Il caso di Pirlo – ha spiegato il medico azzurro, Enrico Castellaccicome anche quello di Camoranesi, rientra in questi casi di gravità. Anche se Pirlo preoccupa molto di più. Per fortuna c’è tempo“.
Insomma, c’è ancora fiducia in un recupero del mediano, ma comunque l’assenza sicura del rossonero nella gara del 14 giugno  scombussola i piani di Lippi, che sarà costretto a ridisegnare la sua idea di Italia: “Per quel giorno sarà impossibile riaverlo a disposizione – spiega Castellacci – lo monitoreremo giorno per giorno, poi faremo le nostre valutazioni mediche e Lippi farà la sua scelta tecnica“. Il centrocampista, nel frattempo, è tornato a casa già oggi, a Milano. Per lui un protocollo di cure, poi il rientro nel gruppo l’8 giugno a Malpensa, per la partenza per il Sudafrica.
A questo puntoè probabile l’inserimento di un 24° giocatore, quasi sicuramente lo “scartato” cagliaritano Cossu. Camoranesi, intanto, migliora sempre di più.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

24total visits,1visits today

Speak Your Mind

*