Mondiali 2010: Italia-Paraguay, le pagelle degli azzurri. Pepe il migliore, male Gilardino

LE PAGELLE di Marco

Buffon sv: praticamente mai chiamato in causa, è costretto a raccogliere il pallone in fondo al sacco sul colpo di testa imprendibile di Alcaraz e ad abbandonare per un problema alla schiena. Speriamo non sia nulla di grave.
Dal 1’st Marchetti sv: ordinaria amministrazione anche per lui, il Paraguay non punge.
Zambrotta 6.5: ci mette tanta esperienza e sembra aver anche recuperato una discreta forma fisica. Prova in più di un occasione l’affondo sulla destra cercando ma non trovando la testa di Gilardino.
Cannavaro 6.5: di mestiere su Barrios e Valdez, annullati con l’ausilio di Chiellini. Bene in anticipo, lotta con ardore ma commette anche alcune piccole sbavature. Sul gol avversario Alcaraz salta tra lui e De Rossi, nella ripresa perde un pallone che poteva risultare pericoloso.
Chiellini 6: discreta prova la sua, vince ogni duello aereo, anche quello che Archundia trasforma in una punizione inesistente per il Paraguay, calcio piazzato da cui nasce il gol.
Criscito 6: esordio promettente. Non avverte l’emozione mettendoci personalità. Attento in chiusura prova a supportare l’azione offensiva, non sempre con precisione però. Una sola sbavatura, ma che poteva risultare fatale quando un suo errato rinvio innesca Vera che per fortuna calcia a lato.
De Rossi 7: cresce alla distanza. Bella una sua serpentina nel primo tempo, ma anche qualche errore di precisione e sul gol avversario divide le colpe con Cannavaro. Nella ripresa però sale in cattedra trascinando i compagni con grande personalità, segnando un gol pesantissimo. Uomo in più di questa squadra.
Montolivo 7: ottimo anche il suo esordio. Regala qualità al centrocampo nonostante il pressing e il gioco duro dei paraguayani. Risulta spesso l’azzurro più pericoloso. Nel primo tempo ruba palla ma non riesce ad andare alla conclusione con potenza. Bello il suo destro dalla distanza nella ripresa che costringe Villar ad una difficile deviazione in angolo.
Pepe 7: in gran forma, corre per tre. Attacca e difende con grande continuità, mettendo in mezzo all’area palloni interessanti, provando spesso anche l’iniziativa personale. Suo il cross sul gol di De Rossi, prova la battuta a rete nel finale, traiettoria però troppo centrale.
Marchisio 5: Corre a vuoto in una posizione non sua. Non entra mai nel vivo del gioco. Da rivedere in altri ruoli.
Dal 13’st Camoranesi 5.5: con il suo ingresso si passa al 4-4-2 e la squadra ne beneficia. Lui però fa poco, sbagliando diversi palloni, rischiando anche il rosso. Appare comunque fisicamente in ripresa.
Iaquinta 5.5: si batte con ardore ma combina molto poco. A volte s’intestardisce in dribbling quando invece, specialmente con quel pallone e quel campo, tentare la battuta a rete non sarebbe stato un azzardo.
Gilardino 5: parte bene ma col passare dei minuti è sempre meno vivo. Stritolato nella morsa dei centrali avversari è troppo spesso spalle alla porta. Riceve comunque pochi palloni realmente giocabili.
Dal 27’st Di Natale 6: il capocannoniere del campionato sembrava dover partire titolare in questo mondiale ma Lippi gli preferisce inizialmente Iaquinta. Entra in campo con buon piglio, la sua qualità potrebbe essere molto utile nelle prossime partite.

Lippi 6: Presenta una nazionale viva e battagliera ma che conclude troppo poco rispetto al gioco espresso. Negli ultimi sedici metri ci vuole decisamente più qualità e Marchisio in quella posizione sembra proprio non rendere.

Comments

  1. Dovrebbe passare ad un modulo diverso che consenta di avere due punte più vicine che secondo me dovrebbero essere Iaquinta e Pazzini che ne pensi Marco???

  2. Si potrebbe essere una buona soluzione, Pazzini credo poi sia in gran forma ma terrei più in cosiderazione anche Di Natale. Personalmente anche io preferirei il 4-4-2, magari con Pepe e Camoranesi sulle fasce

  3. SI MAFORSE CAMORANESI NON è PRONTO E QUESTO FA PROPENDERE LA BILANCIA VERSO IL 4-2-3-1

  4. FORSE ERA GIUSTO TENERE BORRIELLO PER AVERE UN’ALTRA ALTERNATIVA IN AVANTI E LASCIARE A CASA QUAGLIARELLA COSA NE PENSA…LEI DA GIORNALISTA SICURAMENTE SARà PIù INFORMATO E COMPETENTE DI ME.GRAZIE E SCUSI PER LE DOMANDE

  5. Vero…anche se con un'altra settimana potrebbe salire di tono e potrebbe darci + qualità. In alternativa non è da scartare Maggio…

  6. Su Borriello non mi trovi molto d’accordo…le alternative ci sono e Quagliarella al limite potrebbe anche giocare come esterno alto nel 4-4-2

Speak Your Mind

*