Mondiale 2014: Le escluse e le possibili sorprese negli Ottavi

Costa Rica - Grecia sorprendente ottavoSedici squadre e ne resteranno solo otto. Domani alle 18.00 (ora italiana) il Brasile, squadra di casa, affronterà il Cile per la prima partita degli ottavi di finale. Un mondiale pieno di sorprese la più eclatante è l’ottavo di finale che vede di fronte due delle sorprese più grandi Costarica-­Grecia.
Molte “grandi” sono cadute, molte “piccole” hanno tirato fuori le unghie e hanno dimostrato di non essere in Brasile in vacanza, i giocatori più attesi non tutti hanno convinto. Vediamo meglio.

LE GRANDI ESCLUSE
La prima grande esclusa di questo mondiale è la Spagna. Campione d’Europa per due volte consecutive e detentrice (ormai ex) del titolo mondiale, conquistato nella finale in Sud Africa a discapito dell’Olanda, proprio gli orange nella partita di debutto si sono voluti prendere una piccola rivincita con un risonante 5-­1.
Le ex furie rosse sembrano aver perso il loro smalto, il centrocampo, punto di forza di questa squadra, irriconoscibile. Sarà forse appagata la squadra di Del Bosque o forse sono passati troppi anni da quello splendido tiki taka che li ha portati sul tetto del mondo, o forse sarà stata la fiducia data ad un Diego Costa, reduce da una magnifica annata con l’Atletico di Madrid, ma non in perfetta forma non è riuscito a dare il suo contributo.
Il motivo non è ben chiaro ma la cosa chiara è che la Spagna non è più la squadra che poteva passare sul cadavere di qualsiasi avversaria e neanche la macchina da goal che ci ha divertito negli ultimi anni. Fatto sta che ha chiuso con una sola vittoria, quella sull’Australia, segnando appena 4 goal e subendone ben 7.
Segue la Spagna tra le grandi escluse l’Inghilterra, che prima dell’inizio del mondiale era stata data come favorita visto il giusto mix tra giovani promesse e giocatori di esperienza. Questo mix non ha funzionato riuscendo a confezionare solo un pareggio nella partita d’addio contro una Costarica già qualificata, tra l’altro a reti inviolate, chiudendo come fanalino di coda del Girone D.
Un’altra che poteva fare bene da pronostico era il Portogallo che però paga il fatto di essere Cristiano Ronaldo dipendente, tutto girava intorno il giocatore del Real Madrid che torna a essere l’asso campione d’Europa solo per salutare i tifosi prima di riprende un volo che lo riporta a casa.
E ultima ma non ultima l’Italia, che grazie alla vittoria contro l’Inghilterra nella gara di apertura, sembrava poter passare agevolmente il girone, ma come si dice a Roma non hanno fatto i conti con l’oste. La seconda partita contro la Costarica la squadra non è entrata in campo e ha perso giustamente la partita. Nella partita decisiva con l’Uruguay è stata penalizzata da alcune decisioni arbitrali, ma nonostante questo non è sembrata una squadra brillante come tutti speravamo.
Balotelli che doveva confermare il suo talento ha solamente alimentato polemiche, il ct Cesare Prandelli si è dimesso, anche Abete lo ha seguito, le polemiche e il rammarico per una dipartita del genere ancora echeggiano. Ora si pensa ad un nuovo ct e a una rifondazione per evitare una brutta figura in futuro.

LE SORPRESE
Il girone della nostra nazionale è stato definito il girone di ferro, le squadre che si contendevano il passaggio del turno erano L’Italia, l’Inghilterra e l’Uruguay, considerando la Costarica solo una vittima sacrificale. Invece la piccola Costarica ha fatto le “scarpe” a tutti passando come prima nel girone, confezionando due vittorie un pareggio. Le vittorie sono state anche convincenti, avendo rifilato tre goal all’Uruguay e superando nettamente l’Italia sul piano fisico. Quindi approda agli ottavi dove affronterà la Grecia a sua volta grande rivelazione che ottiene la sua prima storica qualificazione.
La squadra greca conquista la qualificazione con la vittoria contro la Costa D’Avorio considerata la squadra più forte d’Africa. Storica qualificazione anche per l’Algeria che con il pareggio contro la Russia di Capello entra nella storia. Le squadre più attese come il Brasile, padrona di casa, l’Olanda, vice campione del mondo, la Francia, Argentina, che finalmente ritrova Messi in una competizione mondiale, la Germania e il Belgio come da pronostico non hanno avuto molte difficoltà a passare il turno. Ora aspettiamo gli ottavi e vediamo quali saranno le sopravvissute di questa lotteria mondiale. Ci risentiamo per i Quarti. (Claudio D’Adamo)

Speak Your Mind

*