Migliaccio risolve la grana Losanna. Cska prossimo avversario del Palermo

Non è stato un bel Palermo, ma alla fine sono arrivati i tre punti ed è la notizia più bella in una serata certamente da non iscrivere negli annali della società siciliana. Nella seconda giornata del Girone F di Europa League, il team di Delio Rossi piega, con il risultato di 1 a 0, il Losanna (serie b svizzera) grazie al colpo di testa di Migliaccio a dieci minuti dalla fine (primo goal nelle coppe per il centrocampista rosanero).
Uno dei fedelissimi di Delio Rossi (era con lui anche all’Atalanta) risolve, ad una manciata di minuti dal fischio finale, quella che stava diventando una questione più complicata del previsto. Parliamo di Migliaccio, centrocampista di grande quantità, non avvezzo al goal, ma che per una sera veste i panni del centravanti e toglie le castagne dal fuoco al tecnico ex Lazio, su assist del solito splendido Pastore. Miccoli torna dopo 4 mesi e mezzo di assenza ma non è ancora al top ed è costretto ad uscire nuovamente, a fine primo tempo, per un problema al polpaccio.
Per quanto riguarda la gara, come abbiamo detto nel cappello introduttivo, non è stata una prestazione esaltante, quella del Palermo, poco continuo nell’azione, poco armonico, e che si accendeva solamente a tratti, rimanendo spesso e volentieri spento. E’ mancata, soprattutto, la collaborazione tra compagni, aspetto fondamentale in uno sport di squadra. Inevitabile la sofferenza, anche contro una formazione modesta come il Losanna, che milita nella serie cadetta svizzera.
Proprio Roux, per gli svizzeri, grazia la compagine rosanera al 17′ quando, a pochi passi dal portiere avversario, impatta male sulla sfera e spreca la bella iniziativa di Silvio, che si era “bevuto” Munoz. Il Palermo risponde ma lo fa con tanta confusione e con iniziative isolate. Ci provano Maccarone e Pastore, ma Favre è attento e respinge le poche serie minacce dei rosanero. Che continuano a soffrire, anche nella ripresa, quando Tosi colpisce a botta sicura ma Benussi è prodigioso nella respinta.
Poi, a dieci minuti dalla fine, Migliaccio pesca il jolly e fa impazzire i tifosi palermitani. Sul cross delizioso di Pastore, il mediano, appostato sul palo lungo, s’inventa un colpo di testa fantastico, con la sfera che finisce la sua corsa in fondo al sacco sul lato opposto. Losanna al tappeto, ma quanta fatica.
Con la vittoria di ieri sera, il Palermo torna a sorridere, in casa, dopo oltre un mese di digiuno, si mantiene in corsa nel girone di Europa League, al secondo posto a braccetto con lo Sparta Praga, sconfitto sempre ieri da un Cska Mosca scatenato e leader a punteggio pieno. Proprio i russi saranno i prossimi avversari della squadra siciliana, al Barbera. Nasturalmente, servirà un’altrao tipo di prestazione per poter domare la corazzata moscovita.

Speak Your Mind

*