Messi come Platini. Terzo Pallone d’Oro consecutivo per il fuoriclasse del Barcellona

Lionel Messi si aggiudica, come nelle previsioni della vigilia, il Pallone d’Oro 2011-2012. Il fuoriclasse argentino del Barcellona, già vincitore delle ultime due edizioni dello speciale riconoscimento (premio calcistico istituito nel 1956 dalla rivista sportiva transalpina France Football), incassa il terzo si consecutivo.
Messi ha superato, in finale, il compagno di squadra Xavi Hernandez e il rivale del Real Madrid, il campione portoghese Cristiano Ronaldo (che non ha presenziato al galà, come Mourinho candidato per la sezione allenatori, in seguito alla decisione ufficiale assunta del Real Madrid, chiamato all’imminente impegno di Copa del Rey di domani).
Trionfa il giocatore più rappresentativo del Barcellona, stravince anche il condottiero della squadra catalana, Pep Guardiola, classe 1971, che si aggiudica il Pallone d’Oro degli allenatori a spese di due illustri colleghi e avversari: Jose’ Mourinho, Special one del Real Madrid, e il vate del Manchester United, Sir Alex Ferguson.
A neanche 24 anni il fenomeno blaugrana (trionfatore con il suo team, nel 2011, nella Liga, Champions League, Supercoppa Spagnola, Supercoppa Europea e Mondiale per Club) diventa leggenda, eguagliando un altro grandissimo del passato come Michel Platini, che vinse il prestigioso trofeo per tre anni di fila dal 1983 al 1985. Lo strepitoso risultato arriva al termine della prestigiosa cerimonia di premiazione, che si è svolta pochi minuti fa a Zurigo.
Una cerimonia che ha visto presente anche l’emozionatissimo Simone Farina, calciatore del Gubbio, invitato da Joseph Blatter, numero uno della Fifa, dopo il gesto di denuncia nei confronti di un tentativo di corruzione.

Speak Your Mind

*