Menez incontenibile, il Milan torna alla vittoria contro il Parma. Esordio per Destro

Menez super, Milan vittoriosoNella sera dell’esordio in rossonero dell’ex giallorosso, Mattia Destro, il palcoscenico è tutto per Jeremy Menez. Il francese, scatenato, mette a segno una doppietta e trascina il Milan al successo nel posticipo di Serie A contro il Parma di Donadoni. 3 a 1 il finale con vantaggio su rigore del francese, pari dei ducali firmato dall’ex Nocerino, ancora Menez per il sorpasso e tris di un altro ex, questa volta, parmigiano, Zaccardo.
Una vittoria importante (anche a San Siro dove non accadeva dal 2 a 0 al Napoli), ritrovata dopo tre stop consecutivi, che regala ossigeno a Inzaghi e al suo team e che consente il ritorno nella parte nobile della classifica con aggancio al Genoa, stoppato sul pari dalla Fiorentina.
Il bel gioco arriverà, ci prendiamo i tre punti che era fondamentale conquistare tra tante defezioni e poche certezze“. Queste le parole dell’allenatore rossonero al termine di un match iniziato col botto.
Zaccardo, schierato da titolare da Inzaghi (dall’altra parte il neoarrivato Bocchetti), colpisce di testa in area, e trova il mani di Rodriguez. Per l’arbitro romano Doveri è calcio di rigore. Per Menez è un gioco da ragazzi trasformare il penalty e firmare l’1 a 0 del Diavolo, che significa 11 centri stagionali.
Il Parma, però, non demorde e al 32′ pareggia. Dormita dei difensori rossoneri e girata nel cuore dell’area dell’ex rossonero, Nocerino (in prestito in Emilia), che sigla l’1 a 1. Destro, alla prima con il Milan, fatica a trovare gli spazi giusti e, sull’uscita a vuoto di Mirante, anche la porta, perchè di testa manda alto sprecando la chance del 2 a 1 (ammonito nel corso del match salterà la supersfida contro la Juventus della prossima settimana).
Scampato il pericolo, il Parma risponde e va vicino al gol: Diego Lopez, gigantesco, dice però di no dapprima a Varela e poi sul tap-in tentato dal solito Nocerino.
Nella ripresa Inzaghi cambia. Fuori un anonimo Van Ginkel e dentro Essien. Il Milan ne giova sicuramente e al 12′ effettua il sorpasso: sfuriata offensiva di Cerci e passaggio a Menez che con un diagonale di chirurgica precisione batte Mirante per il 2 a 1. Sono 12 per il francese, agganciato il partenopeo Higuain.
Il Parma, con grande orgoglio, prova ancora una reazione ma nel finale arriva il colpo del ko. Firmato proprio da un ex parmense, Zaccardo, il quale riceve l’assist del solito Menez e di “piatto” supera Mirante per il 3 a 1. Parma desolatamente solo in fondo alla classifica, Milan che aggancia il Genoa e tenta la risalita.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*