Manita dell’Olanda alla Spagna campione. Il Cile supera 3 a 1 l’Australia

Robben-Van Persie, vola l'OlandaInizio Mondiale da incubo per la Spagna Campione in carica di Del Bosque, sfavillante invece quello dell’Olanda che si prende una rinvincita colossale (era stata la finale di Sudafrica 2010, vinta dagli iberici, ndr) e rifila una pesantissima “manita” alle Furie Rosse. 5 a 1 il finale (dopo l’1 a 1 del primo tempo, ndr) con doppiette di Robben e Van Persie (protagonisti di giocate e gol da applausi). Nell’altra gara, che ha chiuso la prima giornata del Gruppo B, il Cile, trascinato dal blaugrana Sanchez, rifila 3 reti, ad una, all’Australia.
Un risultato inaspettato e clamoroso, ma assolutamente giusto, apre il Girone B dei Mondiali brasiliani. Il bunker difensivo (così era stata presentata la difesa spagnola, ndr) crolla sotto i colpi della coppia orange RobbenVan Persie e di un’Olanda che, guidata dal burbero ma esperto Van Gaal (chiamato a far risorgere, nella prossima stagione, il Manchester United, ndr) strapazza pesantemente la Spagna, dopo essere passata in svantaggio, a causa del rigore di Xabi Alonso (fallo di De Vrij su Diego Costa, passato nelle ultime ore dall’Atletico Madrid al Chelsea di Mourinho, ndr).
L’Olanda inizia perdendo ma finisce calpestando la Spagna. La frazione si chiude con un doppio momento chiave: dapprima Cillesen salva miracolosamente su David Silva, poi volo fantastico di Van Persie che, sul cross di Blind, si alza in cielo e manda in porta per la gemma dell’1 a 1. Gol spettacolare che salva anche l’imbattibilità mondiale di Zenga.
Nella ripresa, iniziata con una pioggia torrenziale e improvvisa, lancio di Blind per Robben che stoppa magicamente e di sinistro infila Casillas per il sorpasso Olanda. Spagna in difficoltà e orange vicini al 3 a 1 con Van Persie che, in posizione di offside (non rilevata, ndr), colpisce in pieno la traversa.
Spagna “in barca” e Olanda che colpisce ancora. Punizione di Sneijder, De Vrij commette fallo con il braccio (non rilevato dal nostro Rizzoli, ndr) sul portiere spagnolo Casillas, l’azione prosegue e sotto misura Van Persie insacca.
Ma l’Olanda continua, inarrestabile. Ancora Van Persie (che approfitta di un controllo errato di Casillas, ndr) e poi Robben decretano il 5 a 1 finale. La Spagna è sparita? E’ presto per dirlo ma questa manita fa veramente male.
Come l’inizio del Nino Maravilla. Alexis Sanchez trascina con le sue giocate il Cile all’esordio, felice nella prestazione e nell’esito. 3 a 1 all’Australia con le reti di Beausejour, Alexis Sanchez e Valdivia e rete australiana firmata da Tim Cahill (del momentaneo 1 a 1).
Il Cile dunque incamera i primi 3 punti e si piazza alle spalle dell’Olanda, con Australia e Spagna a 0. Ecco la classifica.

Speak Your Mind

*