L’Italia Under 21 parte bene. 2 a 0 alla Danimarca, gioiello di Pellegrini

Pellegrini super, l'Under 21 parte beneParte con il piede giusto l’avventura polacca dell’Under 21 di Gigi Di Biagio. Gli azzurrini superano 2 a 0 la Danimarca e conquistano i primi tre punti nella fase finale del Campionato Europeo. Gioiello di Pellegrini, che apre le marcature con una rovesciata, ci pensa poi Petagna, su assist di Chiesa, a chiudere i giochi.
In attesa di rientrare alla base (la Roma eserciterà il diritto di “recompra”, per la felicità anche del mister Di Francesco), l’ex Sassuolo, Lorenzo Pellegrini si toglie un’altra grande soddisfazione. Dopo il debutto con i “grandi” di Ventura, bagna l’esordio all’Europeo Under 21 con un fantastico gol in rovesciata “alla Carlo Parola“.
La rete del centrocampista capitolino, classe ’96, cancella il mediocre primo tempo degli azzurrini, poco ordinati e incisivi, soprattutto in avanti (Berardi e compagni assolutamente sotto tono, ndr), e scaccia via i fantasmi di un pari, contro una modesta Danimarca, che non avrebbe certamente soddisfatto Di Biagio. Poi l’ingresso (determinante) di Chiesa, perché Federico, in 23 minuti, regala più spunti di quanto fatto da Berardi in 67, e  fornisce anche l’assist vincente a Petagna, in rete per il 2 a 0 finale.
Il resto della cronaca non offre granché, eccezion fatta, nel primo tempo, per una conclusione di Conti, fuori alla sinistra del portiere danese, e una che invece centra il bersaglio, con capitan Benassi. Højbjerg può metterci le mani e respingere la palla in tuffo plastico.
La Danimarca prova a reagire nella ripresa, ma non ha grandi talenti, soprattutto in avanti: neanche l’ingresso del gigante ivoriano Kenneth Zohore, (cugino di secondo grado di Drogba) mette in apprensione Donnarumma, contestato nella prima frazione di gioco da un gruppo di tifosi, dietro la sua porta, con fitto “lancio di dollari finti” (e uno striscione (“Dollarumma”) che lascia ben poco spazio ad intrepretazioni.
Si parte, dunque, bene, nel Girone C. 3 punti in cascina e ora spazio alla sfida con la Repubblica Ceca (il 21 Giugno alle 18), sconfitta, sempre per 2 a 0, dalla Germania.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

53total visits,5visits today

Speak Your Mind

*