L’Italia dura un tempo poi crolla contro il Belgio

Italia ko in BelgioL’Italia di Conte esce sconfitta dall’amichevole di lusso con il Belgio. Al “Re Baldovino” di Bruxelles, ex Stadio Heysel (grande commozione prima del match e durante, al minuto 39′, per il ricordo delle vittime di quella drammatica notte, ndr) gli azzurri giocano un ottimo primo tempo, trovando il gol del vantaggio con Candreva, poi però subiscono il pari e il sorpasso dei Diavoli Rossi di Wilmots che chiudono sul 3 a 1.
Tre minuti di gara e l’Italia accelera, trovando l’1 a 0. Pellè colpisce a botta sicura, da pochi passi, Mignolet si supera ma non può nulla sul tap-in vincente del biancoceleste Candreva. Il Belgio, però, reagisce prontamente e poco dopo il 10′ minuto agguanta il pari.
Sugli sviluppi di corner, lo “Spurs” Vertonghen prende il tempo al suo marcatore e, con un colpo di testa nel cuore dell’area, trafigge Buffon per l’1 a 1.
Tutto da rifare per gli azzurri che, comunque, sono vivi, e creano non pochi grattacapi alla nazionale di Wilmots, numero 1 secondo il Ranking Fifa. Dopo un minuto di applausi al 39′ per ricordare le vittime dell’Heysel (la tragica notte del 29 Maggio 1985, ndr), Eder fallisce una buona occasione per il nuovo sorpasso, poi invece è Chiellini a salvare, con un recupero provvidenziale, su Lukaku lanciato verso Buffon.
Nella ripresa la musica cambia. L’Italia inizia a soffrire la spinta di Hazard e compagni, e commette tanti, troppi errori, decisivi ai fini della vittoria dei Rossi di Belgio. Ma al 61′, prima del sorpasso e del tris belga, c’è la grande chance del 2 a 1 azzurro: Eder impatta al volo, in area, traversa piena, poi il blucerchiato si tuffa ancora per prenderla, ma complice la smanacciata di Mignolet, la palla finisce clamorosamente sul fondo.
Dal possibile 2 a 1 all’1 a 2. Bonucci, con un erroraccio, consegna la palla ad Hazard che fa partire l’azione vincente. Poi, ci pensa De Bruyne, con tiro sporco (palla schiacciata sul terreno), a far secco Buffon per il sorpasso belga.
La reazione azzurra, con miracolo di Mignolet su Pellè, dimostra che l’Italia c’è, e che vuole subito riconquistare la parità, ma il successivo 3 a 1 di Batshuayi, su assist di Ferreira Carrasco, chiude tutto. Vince il Belgio, rivincita prenotata ad Euro 2016 quando in ballo ci saranno punti pesanti.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*