Liga: Il Barcellona umilia il Real di Mourinho. Jeffren segna il 5 a 0 e mostra la “manita”

Il Barcellona travolge con un clamoroso 5 a 0 il Real Madrid nel “Clasico” spagnolo e supera i rivali in classifica, riappropriandosi della vetta della Liga con 34 punti contro i 32 degli avversari. Guardiola umilia il “nemico” Mourinho, Messi stravince il duello con Ronaldo (anche se continua la maledizione che non gli permette di trovare la via del gol contro i blancos), la serata si tinge al 100% di blaugrana. Per le “merengues” cinque schiaffi sui quali dover riflettere.
Formazioni tipo in campo, unica defezione, ma importante, nel Real Madrid, l’assenza del bomber argentino Higuain, sostituito dal mister portoghese con il francese Benzema. Ma, ben presto, si capisce che ad essere “assente” è il Real. Soli sei minuti e la “Pulce“, Leo Messi, sfiora il colpo da cineteca: conclusione da posizione defilata, il palo salva Casillas. Sarebbe stato un eurogoal.
Il Barcellona insiste e al 10′ trova il vantaggio, al termine di un’azione fantastica. Filtrante delizioso di Iniesta, in area di rigore, per Xavi che, nonostante un controllo difficile, con un tocco astuto beffa Casillas per l’1 a 0.
Poco dopo, nell’unico tiro in porta dei galattici, Valdes è reattivo su Di Maria ma il Barça riparte e al 18′ il raddoppio è cosa fatta. Xavi cambia gioco per Villa che centra per Pedro, Casillas è costretto ad inchinarsi al giovane fenomeno blaugrana. Tutto è già pronto per passare in archivio.
Intanto, aumenta il nervosismo in casa dei madridisti, che si dimostrano incapaci di offrire una reazione “sul campo”. Tensione alla mezz’ora quando Cristiano Ronaldo, per affrettare una rimessa, spinge via Guardiola. Rissa sfiorata, con Victor Valdes pronto ad intervenire contro l’esterno del Real, reo del comportamento antisportivo nei confronti del tecnico del Barcellona.
Si riprende a giocare e, dopo l’intervallo, invece di scorgere segnali di ripresa da parte dei ragazzi di Mourinho, cala il sipario al 56′, quando Villa, innescato da Messi sul filo dell’offside, fa centro in diagonale, e si ripete al 59′, sempre su magia del fenomeno argentino.
E in un Camp Nou in delirio, arriva anche il punto del 5 a 0. Appena entrato Jeffren trafigge ancora una volta il povero Casillas e festeggia con la “manita” (le cinque dita aperte), gesto di scherno oltraggioso per gli avversari nella tradizione spagnola. Agli ospiti saltano i nervi e, in pieno recupero, entrataccia a quattro su Messi, con rosso diretto per Sergio Ramos. Si accende una rissa, davvero una figuraccia Real.

BARCELLONA-REAL MADRID 5-0
BARCELLONA (4-3-3):
Valdes; Dani Alves, Piqué, Puyol, Abidal; Xavi (87′ Keita), Busquets, Iniesta; Pedro (88′ Jeffren), Messi, Villa (76′ Bojan). A disp.: Pinto, Maxwell, Adriano, Keita, Mascherano, Jeffren, Bojan. All.: Guardiola.
REAL MADRID (4-2-3-1): Casillas; Ramos, Pepe, Carvalho, Marcelo (60′ Arbeloa); Khedira, Xabi Alonso; Di Maria, Oezil (46′ L.Diarra), Ronaldo; Benzema. A disp.: Dudek, Arbeloa, Albiol, Leon, L.Diarra, M.Diarra, Higuain. All.: Mourinho.
ARBITRO: Iturralde Gonzalez.
MARCATORI: 10′ Xavi (B), 18′ Pedro (B), 55′, 58′ Villa (B), 90′ Jeffren (B).
ESPULSO: Ramos (R)a fine gara per condotta violenta.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*