Libertadores al Corinthians, battuto il Boca. La doppietta di Emerson Sheik vale il primo trionfo del Timao

Libertadores al CorinthiansLa prima volta non si scorda mai. Così sarà, senza dubbio, per il Corinthians che ha conquistato la prima Libertadores della sua storia, piegando nel retour match della finale la corazzata argentina del Boca Juniors. Dopo l’1 a 1 dell’andata il Timao si regala lo sprint decisivo e vincente grazie al suo gioiello Emerson Sheik, autore della doppietta decisiva nel 2 a 0 finale.
I brasiliani vincono la Champions sudamericana, dunque, e ribadiscono il dominio verdeoro degli ultimi anni, con il Santos vincitore della Copa nel 2011 e l’Internacional l’anno prima. Ma soprattutto Castan (nel mirino della Roma di Zeman, ndr) e compagni impediscono al Boca di conquistare il suo sesto titolo continentale e di diventare, nella somma complessiva dei trofei conquistati, il club più titolato al mondo (riconoscimento che, dunque, rimane del Milan, ndr).
Grande protagonista, ancora una volta, e nell’occasione decisiva, Emerson Sheik, autore di cinque reti in questa sua fantastica Libertadores. Il fantasista del Corinthians, imprendibile per i difensori (soprattutto Caruso, ndr) argentini, ha messo la sua firma sul vantaggio brasiliano all’ottavo minuto, dopo una mischia in area del Boca e uno spettacolare assist, di tacco, di Danilo. Il goleador del Timao si è poi ripetuto sfruttando uno svarione di Schiavi e bruciando il portiere argentino dopo una galoppata solitaria incredibile.
Boca deludente, soprattutto nei suoi uomini migliori, da quel Riquelme tanto atteso e che invece è mancato nell’occasione più importante. La squadra di Falcioni, dopo il pari con parecchie recriminazioni dell’andata, non è riuscito quasi mai ad impensierire il team di San Paolo che, con grande merito, si aggiudica la Libertadores 2012 e sfiderà a Tokio il Chelsea nel prossimo Mondiale per Club.

Speak Your Mind

*