Leicester nei quarti per la prima volta. Juve tra le migliori otto, basta Dybala

Leicester nei quarti, fuori il SivigliaStorica qualificazione ai quarti di finale di Champions per il Leicester del dopo Ranieri. I Foxes, guidati da Craig Shakespeare, superano 2 a 0 il Siviglia nel match di ritorno, ribaltano il ko per 2 a 1 dell’andata e brindano così al passaggio del turno. Gli andalusi, sotto di due reti e in 10 uomini sprecano nel finale, dal dischetto, con N’Zonzi, l’occasione per prolungare la sfida ai supplementari. Nell’altra sfida il rigore di Dybala basta alla Juventus per confermare il successo dell’andata, e volare ai quarti a spese dei lusitani del Porto.
Occasione per Nasri, rete del vantaggio del Leicester. Gli inglesi rischiano subito di subire la rete, ma si salvano e puniscono gli spagnoli grazie al proprio capitano, il possente Wes Morgan che arriva con i tempi giusti sul pallone calciato da Ndidi e con la coscia infila Rico per l’1 a 0. UIna rete storica quella di Morgan, perchè si tratta della prima realizzata da un calciatore giamaicano in Champions League.
Il Leicester insiste e nella ripresa trova anche il fondamentale raddoppio. Il Siviglia perde una palla sanguinosa, che diventa preda di Albrighton il quale controlla e conclude dal limite. Nulla da fare per Sergio Rico e inglesi avanti di due reti.
Serve un gol al Siviglia per andare ai tempi supplementari. E il team di Sampaoli ci prova: gran conclusione di Correa, respinta da Schmeichel, si accende una mischia con battibecco tra Nasri e Vardy. Orsato ammonisce entrambi, ma per il francese è il secondo. Spagnoli sotto di due reti e con l’uomo in meno.
Nonostante l’uomo in meno gli spagnoli si procurano una grossa chance per portare la gara ai supplementari. Vitolo, atterrato in area di rigore da Schmeichel, procura un penalty alla sua squadra. Dal dischetto va N’Zonzi che, però, si fa iptnotizzare dal portiere inglese e spreca clamorosamente l’occasione. Che occasione sprecata!
Il forcing finale non basta, e al King Power Stadium può esplodere la festa di un Leicester che, dopo due vittorie in Premier, brinda alla storica prima volta nei quarti di Champions.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*