Le probabili formazioni. Genoa-Roma da spettacolo, Napoli-Udinese senza Di Natale

Tra meno di un’ora torneremo a vivere le emozioni della Serie A. Per prepararci al meglio, ecco le probabili formazioni delle 8 sfide della nona giornata di campionato, partita ieri sera con il match di Torino, vinto dalla Juventus sulla Fiorentina per 2 a 1, e che si chiuderà domani con il posticipo tra Palermo e Lecce.

ATALANTA-INTER

Atalanta (4-4-1-1): Consigli; Masiello, Capelli, Lucchini, Peluso; Schelotto, Cigarini, Padoin, Bodaventura; Moralez; Denis. All: Colantuono.
Inter (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Chivu, Nagatomo; Zanetti, Stankovic, Obi; Sneijder; Milito, Zarate. All: Ranieri.

Partita importante tra due squadre nerazzurre lombarde. Entrambe in salute, Colantuono (fresco di vittoria a Parma) e Ranieri (con ancora in testa la gioia per il successo interno contro il Chievo) hanno tutta la voglia del mondo di far bene. Occhio alla supersfida MoralezZarate, come dire il pezzo forte di Atalantainter.

CESENA-CAGLIARI

Cesena (4-3-1-2): Antonioli; Ceccarelli, Von Bergen, Rodriguez, Lauro; Parolo, Guana, Djockovic; Candreva; Eder, Bogdani. All: Giampaolo.
Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Canini, Ariaudo, Agostini; Biondini, Conti, Nainggolan; Cossu; Nenè, Thiago Ribeiro. All: Ficcacdenti.

Giampaolo vuole i primi sospiratissimi tre punti. Ma non andiamo a dirglielo a Ficcadenti, desideroso di tornare a Cesena con fierezza e con un Cagliari d’alta quota. EderBogdani contro NenèThiago Ribeiro: i gol sono assicurati.

CHIEVO-BOLOGNA

Chievo Verona (4-3-1-2): Sorrentino; Frey, Morero, Cesar, Jokic; Rigoni, Bradley, Hetemaj; Cruzado; Pellissier, Thereau. All: Di Carlo.
Bologna (4-3-1-2): Gillet; Raggi, Portanova, Cherubin, Morleo; Perez, Mudingay, Kone; Ramirez; Di Vaio, Acquafresca. All: Pioli.

Di Carlo dopo il passio falso contro l’Inter vuole riprendere il terreno ma il Bologna dell’ex Pioli vuole fare vedere al suo pubblico di non essere quello visto contro la Lazio ma quello pimpante e vincente di due settimane fa a Novara. E Di Vaio vuole sbloccarsi.

GENOA-ROMA

Genoa (4-3-1-2): Frey; Mesto, Dainelli, Moretti, Antonelli; Rossi, Seymour, Veloso; Merkel; Jankovic, Palacio. All. Malesani.
Roma (4-3-3): Stekelenburg; Cassetti, Burdisso, Heinze, Josè Angel; De Rossi, Perrotta, Pizarro; Lamela, Bojan, Osvaldo. All. Luis Enrique.

Lo scorso anno finì come tutti ricordano con un 4.-3 pirotecnico. Questa volta le difese sono più registrate e poi se prende troppi gol Frey, Preziosi ha già il telefono acceso..Roma che con Lamela vuole dimostrare che il successo sul Palermo non è stato casuale. Bello il duello tutto argentino PalacioLamela, una specie di Boca-River al Marassi.

LAZIO-CATANIA

Lazio (4-3-3): Marchetti; Konko, Biava, Stankevicius, Radu; Brocchi, Ledesma, Lulic; Cissè, Klose, Sculli. All: Reja.
Catania (5-3-2): Andujar; Izco, Bellusci, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Almiron, Lodi, Delvecchio; Bergessio, Maxi Lopez. All: Montella.

Reja affronta il Catania per spaventare il campionato e le candidate alla vittoria finale, Klose invece per segnare ancora. Non sarà facile perchè Montella (ex romanista) quando vede la Lazio impazzisce. Gli etnei si augurano che l’areoplanino possa incidere anche dalla panchina.

MILAN-PARMA

Milan:(4-3-1-2) Abbiati, Abate, Nesta, Bonera, Antonini, Aquilani, Van Bommel, Nocerino, Boateng, Ibrahimovic, Cassano. All: Allegri
Parma: (4-4-1-1) Mirante, Zaccardo, Paletta, A. Lucarelli, Gobbi, Biabiany, Morrone, Jadid, Modesto, Giovinco, Pellè. All: Colomba

Allegri per confermare la sontuosa rimonta di Lecce. Colomba a San Siro per non capitolare come lo scorso anno aveva fatto il Parma di Marino ma per provare almeno a cercare di volare.
Giovinco contro Nesta, un confronto tutto italiano

NAPOLI-UDINESE

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis, Fernandez, Cannavaro, Aronica, Maggio, Inler, Dzemaili, Dossena, Hamsik, Santana, Lavezzi. All. Mazzarri
Udinese (3-5-1-1): Handanovic, Benatia, Danilo, Domizzi, Basta, Badu, Pinzi, Asamoah, Armero, Torje, Floro Flores. All. Guidolin

Mazzarri deve smentire di essere un allenatore discontinuo e dopo il flop contro Parma e il pareggino contro Cagliari vuole tornare a spaccare il campionato. Guidolin dal canto suo non può permettersi di lasciar punti per strada, per giunta ora che è primo in classifica

NOVARA-SIENA

Novara (4-3-1-2): Fontana; Dellafiore, Paci, Ludi, Gemiti; Marianini, Porcari, Rigoni; Pinardi; Jeda, Meggiorini. All: Tesser
Siena (4-4-2): Brkic; Vitiello, Pesoli, Contini, Del Grosso; Angelo, Vergassola, Bolzoni, Grossi; Calaiò, Gonzalez. All: Sannino

Le due neopromosse si affrontano in Serie A dopo che lo scorso anno hanno combattuto in B per trovare un posto nella massima serie. Partita particolarmente sentita per Gonzalez, lo scorso anno trascinatore della formazione piemontese. Siena che vuole portare avanti l’ottimo avvio di stagione con Cala-gol pronto a stupire ancora. Meggiorini e compani daranno il massimo.

Speak Your Mind

*