Lazio senza difesa, il Napoli di Higuain passeggia all’Olimpico

Doppia firma di Higuain sulla vittoria del NapoliNapoli troppo forte per la Lazio. Gli azzurri di Benitez superano con un perentorio 4 a 2 i biancocelesti di Petkovic nel posticipo (del lunedì) di Serie A e si portano in classifica a 31 punti, a -3 dalla Roma e a -6 dalla Juventus capolista. La compagine di patron Lotito, invece, resta ferma a 17, in compagnia di Milan, Parma e Atalanta.
Dopo due sconfitte consecutive, dunque, torna al successo il Napoli. Trascinato da uno spettacolare Higuain, protagonista del match in terra capitolina con una doppietta, l’ex Pandev (con tanto di dedica polemica al suo ex presidente, Lotito) e lo spagnolo Callejon, una delle bellissime realtà (non più novità, ndr) del Napoli, targato Benitez. Una vittoria arrivata, ieri sera, a spese di una Lazio inguardabile in difesa e poco incisiva in avanti dove, senza Klose e Floccari, le reti sono arrivate su autogol dell’ex Behrami e con la perla meravigliosa di Keita. “Petkovic resta allenatore della Lazio…almeno fino a Natale“, queste le parole di Lotito che si aspetta pronto riscatto già a Torino contro i granata dell’indiavolato romanista Cerci, nel prossimo impegno di Serie A.
Passando al calcio giocato, partenza positiva di una spigliata Lazio, decisa a prendere subito in mano le redini del match. Due volte Candreva (che fa impazzire Armero, ndr) e poi Hernanes, sfiorano la rete. Il brasiliano, su assist di Perea, calcia debolmente, da buona posizione, per la felicità di Reina.
Il Napoli reagisce e va in gol, alla prima vera occasione, grazie al “pipita” Higuain. Il fuoriclasse argentino si libera di Ciani con una prodezza, entra in area e poi beffa Marchetti in uscita. Palla al centro e pareggio Lazio, istantaneo. Cross di Candreva in area, il tacco di Britos fa carambolare addosso a Behrami che colpisce maldestramente beffando l’incolpevole Reina. 1 a 1 e palla di nuovo al centro.
La svolta arriva ad inizio ripresa. Hernanes fallisce il 2 a 1, non Pandev, che sulla sponda di testa di Maggio, brucia Marchetti. Gol dell’ex con tanto di dedica polemica al presidente Lotito. La rete galvanizza gli azzurri che con Higuain, al 72′ vanno sul 3 a 1: smarcato in area da Pandev il “pipita” non fallisce. Neanche Callejon, il cui diagonale trafigge ancora una volta Marchetti per il poker del Napoli. La Lazio è colpita e affondata, ma nel finale c’è tempo per emozionarsi alla prodezza di Keita, il quale smarca tutta la difesa partenopea prima di battere Reina con un tiro all’incrocio dei pali. Bellissimo, ma inutile per le sorti biancoceleste. Vince e convince il Napoli, che ritrova il sorriso dopo due ko e torna a pochi passi dalle prime, in casa Lazio invece il piatto…piange!.

Ecco il riepilogo completo di risultati e marcatori della 14/a giornata di Serie A:

Sabato (ore 18)
Parma – Bologna: 1-1 (giocata ieri)
(10 Kone (B); 23′ Cassano (P)

Domenica (ore 12:30)
Catania – Milan: 1-3
(13′ Castro (CA); 20′ Montolivo; 63′ Balotelli; 81′ Kakà)

Atalanta – Roma: 1-1
(50′ Brivio (A); 89′ Strootman (R)

Cagliari – Sassuolo: 2-2
(14′ Marzoratti (S); 19′ Zaza (S); 73′ Nenè (CA); 87′ Sau (CA)

Chievo – Livorno: 3-0
(36′ Rigoni; 55′ Thereau; 78′ Paloschi)

Inter – Sampdoria: 1-1
(18′ Guarin (I); 88′ Renan (S)

Domenica (ore 18)
Juventus – Udinese 1-0
(90+1 Llorente)

Domenica (ore 20:45)
Genoa – Torino: 1-1
(7′ Farnerud (T); 69′ Biondini (G)

Lunedì (ore 19)
Fiorentina – Verona 4-3 (5′, 14′ Borja Valero, 6′ Romulo, 13′ Iturbe, 43′ Vargas, 54′ rig. Rossi, 70′ Jorginho (V)

Lunedì (ore 21)
Lazio – Napoli 2-4 ( 24′ Higuain, 25′ Behrami(aut.), 50′ Pandev, 72′ Higuain, 88′ Keita, 90′ Callejòn)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*