L’Argentina torna in semifinale dopo 24 anni. Higuain esorcizza i Diavoli Rossi

Higuain riporta l'Argentina in semifinale dopo 24 anniDopo ben 24 anni di assenza, l’Argentina è di nuovo tra le 4 migliori del Mondo. L’Albiceleste supera il Belgio di misura, grazie allo squillo, in apertura di match, dello scatenato Higuain, e torna in semifinale, dove sfiderà, il prossimo 9 Luglio alle 22, l’Olanda, vittoriosa ai calci di rigore contro la Costa Rica.
Si sblocca Higuain e l’Argentina trova il sorriso che aspettava da anni. Il primo, e decisivo, gol, a Brasile 2014, del “pipita”, arriva all’8′: invito di Di Maria, da destra, per Higuain che, dal limite, di prima intenzione, trafigge Courtois e doma il Belgio. La brutta notizia arriva nei minuti successivi, perchè il fuoriclasse del Real, assistman per il compagno, si procura un problema muscolare (dentro il mediano del Benfica, Perez, ndr) che lo toglie, probabilmente, dal Mondiale.
Argentina, dunque, in gol, e Belgio costretto a rincorrere, anche se nel primo tempo, i Diavoli Rossi non riescono a produrre molto, eccezion fatta per un tentativo dalla distanza di De Bruyne respinto da Romero e per un colpo di testa di Mirallas che sfila a lato della porta argentina.
Nella ripresa Mertens e Lukaku sono i jolly estratti da Wilmots per rimettere la propria nazionale in carreggiata ma è ancora lo scatenato Higuain, il migliore dei suoi (insieme all’instancabile Lavezzi, ndr), a sfiorare la rete: tunnel a Kompany e poi gran tiro, con la palla che colpisce la traversa a Courtois battuto.
Finale mozzafiato. Messi a tu per tu contro Courtois non segna (e questa è una notizia, ndr). Poi Lukaku, dopo un colpo di testa, eccede di altruismo e cerca un compagno invece di tirare. Mischie finali, con altri brividi per Romero ma è l’Albiceleste a fare festa, i ragazzi di Sabella sono in semifinale dopo 24 anni. Fuori il Belgio di Wilmots, non il Belgio che tutti noi ci aspettavamo.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*