La Top Five, le cinque perle di giornata. Primo posto per il rosanero Zahavi

Le reti segnate nella quarta giornata di Serie A, aspettando RomaSiena che chiuderà stasera il quadro, sono state ben 26. Tre le doppiette realizzate: quelle di Denis dell’Atalanta, Palacio del Genoa e Jovetic della Fiorentina.

1. Non sarà contento Mike Agazzi, portiere del Cagliari ma al primo posto ci va il gran goal dell’israeliano Zahavi che regala il vantaggio al Palermo: un missile che finisce, come sparato da un cannone, dritto dritto nella porta cagliaritana.

2. Seconda piazza per German Denis il vero Tanque; quello della Fiorentina, S. Silva, è venuto dopo. El Tanque resta l’argentino che il Napoli ha parcheggiato a Bergamo e che sta aiutando la Dea a riprendersi: doppietta al Lecce in trasferta e penalizzazione annullata. Una meraviglia di rapidità e senso del gol la seconda marcatura: girata volante in poco spazio vitale. Bravissimo.

3. Il baby Stefan El Schaarawy del Milan (classe 1992) diventa per una notte grande (entra al posto di Pato infortunato) e piazza un gol da bomber vissuto. Una rete, quello del “Faraone“, che permette ai rossoneri di acciuffare il pareggio e a lui di sognare come fece Paloschi quando, nel 2008, esordì in rossonero e, con un gol al Siena, divenne subito grande.

4. Fabrizio Miccoli al Barbera si esalta sempre. Dopo la doppietta che ha consentito ai siciliani di piegare l’Inter due settimane fa, ecco un’altra punizione alla sua maniera, come il pasticcere fa le torte buone così il Baixinho del Salento fa le punizioni belle ma indigeste per molti portieri.

5. Chiudiamo la nostra prima TOP FIVE dei goals di Serie A con Kevin Constant. Il ragazzino francese ex Chievo che è spesso stato paragonato a Ronaldinho, segue benissimo un’azione di contropiede del Genoa e si coordina come un’orologio svizzero sul cross di un Palacio formato lancetta perfetta e le ore del grifone rossoblù ora sono liete .
Alla prossima TOP FIVE! (Luca Savarese)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*