La Serie A negli anni ‘80

Gli anni ’80 rievocano nella mente di tutti gli appassionati di calcio italiano l’epico ed infinito duello vissuto da Juventus e Roma, soprattutto per quanto riguarda il primo lustro. Nel 1981 i bianconeri precedono proprio i giallorossi di due punti, grazie alla vittoria nello scontro diretto che suscita un mare di polemiche, mai placate nel corso degli anni, in seguito ad un gol annullato al romanista Maurizio Turone. L’anno seguente la Juventus si riconferma campione d’Italia battendo in volata la Fiorentina. Nel 1982-1983 finalmente riesce l’impresa alla Roma, che precede di quattro punti gli storici rivali bianconeri. La stagione seguente la telenovela del duello tra Roma e Juventus vive una nuova puntata, con un happy end per i colori bianconeri. Il 1984-1985 presenta una modifica regolamentare in Serie A per quanto riguarda le designazioni arbitrali, affidate ad un sistema di sorteggio integrale. Campione d’Italia si laurea a sorpresa il Verona di Osvaldo Bagnoli, che porta a casa il primo scudetto della sua storia con quattro punti di vantaggio sul Torino. Nel 1985-1986 si vive l’ultimo duello del decennio tra Juventus e Roma: anche in questa circostanza ha la meglio la Vecchia Signora, che porta a casa il ventiduesimo scudetto della sua storia. Dopo questa vittoria i bianconeri andranno incontro ad un lunghissimo digiuno, interrotto solamente nel 1995. Nel 1987 trionfa per la prima volta il Napoli di Maradona, che la spunta proprio sulla Juventus. I partenopei festeggiano il loro primo scudetto portando a casa addirittura il double, visto che sconfiggeranno l’Atalanta in finale di Coppa Italia. Nella stagione successiva si affaccia nelle zone alte del calcio il Milan di Arrigo Sacchi e degli olandesi, che ha la meglio nei confronti di Maradona & Co. L’ultimo scudetto degli anni ’80 se lo aggiudica l’Inter di Giovanni Trapattoni, soprannominata l’Inter dei record visto che trionfa collezionando la bellezza di 58 punti.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*