La Roma volta pagina: esonerato Garcia, torna in giallorosso Luciano Spalletti

Spalletti alla Roma, esonerato GarciaAdieu Monsieur Garcia, bentornato Luciano Spalletti. Con il comunicato ufficiale dell’As Roma si chiude ufficialmente l’avventura sulla panchina della Roma del tecnico francese: “L’AS Roma rende noto di aver sollevato dall’incarico di responsabile tecnico della prima squadra il sig. Rudi Garcia e i suoi assistenti Frederic Bompard e Claude Fichaux…”A nome mio e di tutta l’As Roma desidero ringraziare Rudi Garcia per l’importante lavoro svolto sin dal suo arrivo in società -ha aggiunto il presidente James Pallotta -. Insieme abbiamo vissuto momenti positivi ma riteniamo che questo sia il momento giusto per cambiare“.
Finisce dunque, dopo due anni e mezzo, la storia d’amore tra l’ex Lille e il club giallorosso, iniziata nel giugno 2013 alla grandissima, con una striscia di 10 vittorie consecutive e il primo posto in Serie A, strappato ai giallorossi dalla Juventus con la vittoria nello scontro diretto. Poi, nel prosieguo del torneo tanti altri buoni risultati (con il record capitolino di punti nella massima serie, ben 85, ndr), ma non tali da poter contrastare la corazzata bianconera, capace di arrivare alla cifra record di 102 punti finali.
Nella stagione 2014-2015, altra buona annata per la Roma di Garcia, sempre conclusa al secondo posto (dopo la vittoria, in volata, sulla Lazio, ndr) con 70 punti, a -17 dall’irraggiungibile Juventus, campione d’Italia per la quarta volta consecutiva, prima con Allegri.
Quest’anno, infine, i primi problemi della gestione francese, sempre più profondi (una sola vittoria nelle ultime 10 gare di campionato) con il passare del tempo (prestazioni opache e involuzione tecnica), e la decisione, inevitabile, da parte del presidente Pallotta, di procedere al cambio tecnico in un momento nel quale la Roma si trova quinta in classifica, in Serie A, con 34 punti, a -7 dalla vetta (occupata dal Napoli a quota 41) quando ad inizio torneo era stata indicata come la prima candidata alla vittoria del titolo.
A chi toccherà invertire la rotta e ritornare tra le primissime? James Pallotta punta tutto su Luciano Spalletti. Il tecnico di Certaldo ha accettato dopo l’incontro di Miami e riprenderà le redini della Roma firmando un contratto di 1 anno e mezzo.
Spalletti conosce bene la piazza, avendo allenato la Roma dal 2005 al 2009, quattro stagioni di bel calcio, coronate dalla conquista di tre trofei (anche se minori, due Coppe Italia e una Supercoppa) e lo scudetto perso clamorosamente e al fotofinish nel 2008.
Se torno, è per finire il lavoro che avevo iniziato”. Un lavoro che lo aveva portato anche a due secondi posti in campionato e due quarti di finale di Champions. Con queste parole inizia dunque l’avventura bis di Luciano Spalletti e del suo marchio di fabbrica, il 4-2-3-1 (con questo schema, giocando da finto centravanti, Totti con lui ha vinto la Scarpa d’oro di miglior cannoniere europeo). Ma ora tutto è cambiato, tanti dei suoi protagonisti non ci sono e qualcuno, fondamentale, ha qualche anno in più? Riuscirà il buon Spalletti a riprendere il filo interrotto e a far ripartire la Roma? Staremo vedere, in bocca al lupo Lucianone

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

1total visits,1visits today

Speak Your Mind

*