La Roma torna al successo, Lazio sempre a -1. Napoli furioso, Inter sconfitta a Genova

De Rossi firma il ritorno alla vittoria della RomaDopo l’ennesima vittoria della Juventus, di misura contro il Genoa, firmata Tevez, e il 3 a 1 “meneziano” del Milan al Cagliari di Zeman, in Serie A si assiste al ritorno al successo della Roma di Garcia che supera il Cesena al Manuzzi con la rete di De Rossi e respinge l’assalto di una scatenata Lazio, vittoriosa per la sesta volta consecutiva grazie al 2 a 0 inflitto all’Hellas con i centri di Felipe Anderson e Candreva. Il Napoli pareggia al San Paolo contro l’Atalanta e s’infuria contro Calvarese per l’1 a 0 di Pinilla (clamoroso fallo su Henrique non fischiato, ndr), mentre l’Inter cade a Genova contro la Samp e per i nerazzurri del Mancio l’Europa è sempre più un miraggio.
Torna a vincere la Roma. I giallorossi trovano un fondamentale successo corsaro in terra romagnola, stendono il Cesena di Di Carlo con il più criticato di questo periodo negativo, Daniele De Rossi (letale nel suo inserimento in area), e difendono il secondo posto, con 53 punti.
Ad una sola spanna di distanza si mantiene la Lazio di Pioli che non conosce soste e anche contro il Verona vola grazie ai suoi frombolieri, soprattutto a quel Felipe Anderson che nella passata stagione sembrava un oggetto misterioso e che invece quest’anno sta facendo cose straordinarie. Il brasiliano realizza l’1 a 0 di testa, poi ci pensa Candreva con una bomba su punizione a battere Benussi per il 2 a 0 finale contro Toni e compagni.
Alle spalle delle romane, con 48 punti, un’agguerrita Samp targata Sinisa Mihajlovic che stende l’Inter dell’ex doriano Mancini con la firma di Eder, scavalca il Napoli e mette sempre più nei guai i nerazzurri, fermi al palo a 37 punti, addirittura dietro il Toro oltre che ai cugini rossoneri. Un punto in meno per il Napoli, che non va oltre l’1 a 1 contro l’Atalanta dell’ex Reja.
Grandi (e motivate) proteste di Benitez e dei suoi giocatori in occasione del vantaggio bergamasco: Pinilla realizza l’1 a 0 dopo essersi liberato irregolarmente di Henrique. Nè Calvarese nè i suoi assistenti vedono nulla.
Il colombiano Zapata pareggia i conti, di testa, per la compagine partenopea che però, nel finale, non riesce a trovare il vantaggio e vede così allontanarsi Roma e Lazio (rispettivamente a +6 e +5). A fine match vibranti proteste, ma il punteggio non cambia ed è 1 a 1.
Subito dietro il Napoli c’è la Fiorentina che impatta 2 a 2 a Udine contro la truppa di Stramaccioni. Vantaggio friulano con Wague, risposta veemente dei gigliati che con il redivivo Mario Gomez dapprima pareggiano poi si portano avanti. Il pari definitivo è del greco Kone.

Risultati e Marcatori della 28^ giornata di Serie A
Milan-Cagliari 3-1 Menez (M), Menez (M), Mexes(M), Farias(C)
Empoli-Sassuolo 3-1 Saponara (E), Rugani (S, aut), Mchedlidze (E), Saponara (E)
Juventus-Genoa 1-0 Tevez (J)
Cesena-Roma 0-1 De Rossi
Lazio-Hellas Verona 2-0 Felipe Anderson, Candreva
Napoli-Atalanta 1-1 Pinilla (A), Zapata (N)
Parma-Torino 0-2 Maxi Lopez, Basha
Sampdoria-Inter 1-0 Eder
Udinese-Fiorentina 2-2 Wague (U), 2 Gomez (F), Kone (U)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*